Coffin Storm: in arrivo il debut album “Arcana Rising” feat. Apollyon (Aura Noir), Bestial Tormentor (Infernö) e Fenriz dei Darkthrone

Comunicato stampa:

I norvegesi Coffin Storm sono la nuova band composta da un trio di veterani di Kolbotn, con Apollyon (Aura Noir/Lamented Souls) Bestial Tormentor (Infernö/Lamented Souls) e Fenriz dei Darkthrone alla voce.

Il loro album di debutto uscirà su Peaceville Records/Audioglobe il prossimo 29 Marzo.

Fenriz spiega le origini della band:

“Kolbotn è un luogo collinare e forestale direttamente a sud di Oslo, in Norvegia.  Quando Ole Jørgen, Olav e io siamo cresciuti lì negli anni ’80, avevamo facile accesso a tutto il metal nei numerosi negozi di dischi di Oslo. Olav e Ole Jørgen hanno iniziato a suonare doom metal insieme negli anni ’90 (Lamented Souls), ma nel 2020 si sono riuniti di nuovo per creare riff in stile slow thrash/doom/classic heavy metal. Quando le canzoni hanno iniziato a prendere forma, Ole Jørgen ha preso posto sul trono della batteria e ha iniziato a registrarle. Volendo che fosse un progetto al 100% di Kolbotn, mi chiesero se volessi occuparmi delle parti vocali e dopo un paio di sessioni nel 2021 e nel 2022 nacque COFFIN STORM“.

Apollyon aggiunge:

“Io e i Bestial Tormentor suoniamo insieme da quando ci siamo incontrati al college nel 1990 e abbiamo formato il gruppo doom metal Lamented Souls. Tuttavia, dato che la maggior parte dei membri era impegnata con altre band, gli LS si sono un po’ affievoliti. La nostra ultima prova è stata intorno al 2007.

Dopo aver smesso di suonare dal vivo con gli Aura Noir abbiamo deciso di incontrarci settimanalmente per suonare la chitarra insieme. Non si trattava di Lamented Souls e non avevamo piani seri di alcun tipo. – Ma quando le canzoni cominciarono a emergere passai alla batteria e facemmo delle registrazioni che Bestial Tormentor fece ascoltare a Fenriz, che a quanto pare approvò! Non avrei mai osato chiedergli di fare le voci! Stavo pensando di farle io, ma lui era segretamente la nostra prima scelta. Fortunatamente Bestial Tormentor glielo ha chiesto e lui ha detto di sì, così abbiamo registrato 3 canzoni con un paio di microfoni della batteria in più (4 in totale) nella sala prove. Abbiamo aggiunto basso e chitarra a casa mia e siamo andati da Fenriz per registrare le voci. Poi abbiamo fatto altre due sessioni prima che l’album fosse finito.

Inizialmente pensavo che la musica sarebbe stata doom metal, credo che tutti noi avessimo in mente “Epicus Doomicus Metallicus“, ma anche se le nostre canzoni sono slow/midtempo, i riff hanno finito per essere più thrashy di quanto mi aspettassi. Solo la title track è puramente doom, semplicemente perché è una canzone che io e i Bestial Tormentor abbiamo composto circa 20 anni fa e sulla quale eravamo ansiosi di ascoltare le incantevoli linee vocali di Fenriz.”

E così i primi frutti della loro fatica si manifestano sotto forma di album di debutto, “Arcana Rising“, un mix di heavy metal classico, thrash e doom. Il risultato è un torrente di riff titanic e roboanti di Apollyon e Bestial Tormentor, guidati dall’inconfondibile abilità vocale di Fenriz.

Di seguito il lyric video animato del primo brano estratto dall’album “Over Frozen Moors


Arcana Rising‘ contiene sei brani epici che coprono i 45 minuti di durata, ed è stato registrato in diversi studi norvegesi con un inizio dei lavori risalente al 2021. Con la produzione supervisionata dallo stesso Apollyon, “Arcana Rising” incanala e racchiude veramente lo spirito degli anni ’80, con l’ispirazione di maestri del metal come Candlemass, Pentagram, Metallica e primi Kreator, con cenni musicali ai primi Paradise Lost e Cathedral.

Il lavoro di masterizzazione è stato completato da Jack Control presso Enormous Door (Darkthrone), mentre la copertina è stata realizzata dall’artista polacco Maciej Kamuda.

Di seguito la tracklist e l’artwork di copertina:

  1. Over Frozen Moors [06:08]
  2. Arcana Rising [06:47]
  3. Open the Gallows [10:26]
  4. Eighty-Five And Seven Miles [07:18]
  5. Ceaseless Abandon [06:57]
  6. Clockwork Cult [07:21]

eva.cociani

view all posts

Amo la musica a 360 gradi, non mi piace avere etichette addosso, le trovo limitanti e antiquate, prediligo lo street, il glam e anche il goth, ma non disdegno nulla basta che provochi emozioni. Ossessionata dalle serie tv, dalla fotografia, dai viaggi e dai live show mi identifico con il motto: “Live the life to the fullest”.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Accedi