Civil War – Recensione: Gods And Generals

Siete pronti per la guerra? I Civil War ritornano sul campo di battaglia con il nuovo “Gods And Generals”, decisi a bissare il successo dell’esordio “The Killer Angels”, uscito sul mercato due anni or sono. Freschi di contratto con l’attivissima Napalm Records, i nostri si presentano con un artwork strepitoso ed una proposta sonora che si rifà ancora smaccatamente ai Sabaton, dalla cui costola sono nati i Civil War. Il sound degli svedesi è, quindi, un power metal eroico ed epico, ricco di cori coinvolgenti, cavalcate ruggenti e guitar riff roboanti, che sarà acclamato dai fan, già schierati in assetto da combattimento.

Rispetto al predecessore, “Gods And Generals” inserisce qualche passaggio maggiormente emozionante, (nella pianistica “Braveheart”), o momenti dal sapore folk, come “The Bag Piper”, davvero Made in Scotland con i suoi interventi di cornamusa. I Civil War prediligono l’incedere power e l’opener “War Of The World” è decisamente rappresentativa di questo album, con Nils Patrik Johansson (Altral Doors e Wuthering Heights) inconfondibile nell’interpretazione e perfetto con la sua timbrica roca. Tra mid tempo solenni e song in doppiacassa, “Gods And Generals” si dimostra un lavoro molto coinvolgente, arricchito da una produzione pulita e potente, che valorizza la sezione ritmica, tellurica e roboante. I Civil War, cosi come i Sabaton, attuali portabandiera del genere, non cercano l’originalità a tutti i costi, ma si sforzano di proporre all’ascoltatore song magniloquenti, soprattutto dal vivo, grazie a melodie eroiche e riffing massicci (la title track). Le tastiere hanno il proprio spazio, ma sono inserite nel contesto con sale in zucca, senza mai strafare.

Gods And Generals” è l’ideale seguito del cd d’esordio dei Civil War, una band che ha capito che questa strada paga ed appaga, soprattutto l’ascoltatore medio. Gli svedesi ci regalano un buon lavoro di metal storico, con un paio di divagazioni sul tema, che rendono il prodotto finale decisamente godibile e più maturo di “The Killer Angels”.

Voto recensore
7
Etichetta: Napalm Records / Audioglobe

Anno: 2015

Tracklist:

01. War Of The World
02. Bay Of Pigs
03. Braveheart
04. The Mad Piper
05. USS Monitor
06. Tears From The North
07. Admiral Over The Oceans
08. Back To Iwo Jima
09. Schindler's Ark
10. Gods And Generals


Sito Web: http://www.civilwar.se/

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Accedi