Categoria: Time Warp

Strapping Young Lad – Recensione: City

Un paesaggio urbano, moderno. Molto moderno. Troppo moderno. Migliaia di persone che affollano le strade, individui che nella loro globalità sembrano spogliati di umanità. Automi mossi dalla routine quotidiana che ne giustifica le azioni, i pensieri e tutto sommato l’esistenza. Luci, tante luci, monitor, pubblicità luminose, vetture, automobili,...

Sabbat – Recensione: Dreamweaver

Dopo il debutto ‘Hystory Of A Time To Come’, i Sabbat sembravano essere la promessa inglese al thrash americano. Il loro stile era chiaro, un thrash metal solido e veloce con una voce allucinata ed isterica a declamare testi fondamentalmente anticristiani scritti con rara perizia. L’immaginario che circondava...

Erosion – Recensione: Mortal Agony

Ultimamente sembra funzionare molto bene a livello di critica e pubblico la mistura di hardcore, metal estremo e follia compositiva. Etichette come Hydra Head e Relapse rappresentano una forza ormai inarrestabile nel panorama musicale contemporaneo ed effettivamente il valore di molte delle band coinvolte nel movimento è innegabile....

Cynic – Recensione: Focus

Cynic: A member of a group of ancient Greek philosophers who taught that virtue constitutes happiness and that self control is the essential part of virtue. Con questo proclama nel 1993, epoca foriera di sterminate trasformazioni per quanto concerne il panorama musicale e particolarmente per il movimento musicale...

Pyogenesis – Recensione: Twinaleblood

‘Twinaleblood’, assolutamente una delle opere più personali e significative della scorsa decade. Partiti come avantgarde-doom death band nei primi anni ’90, i Pyogenesis tirano fuori dal cilindro una vera e propria adamantina gemma. Trattenendo qualche scoria e radiazione dal precedente e fulgido ‘Sweet X-Rated Nothings’, queste quattro sferzanti...