Categoria: Recensioni

Fm – Recensione: Old Habits Die Hard

Leggendo il titolo del quattordicesimo album degli FM, “Old Habits Die Hard”, verrebbe da dire…”per fortuna!” Siamo al cospetto di altro lavoro di melodic rock di pregevole fattura, suonato con la classe dei più grandi e interpretato con passione da Steve Overland. La band britannica festeggia nel migliore...

Anette Olzon – Recensione: Rapture

Dopo aver inciso due soli dischi in studio con i Nightwish, la svedese Anette Olzon ha avviato – ancora prima di dar vita al sodalizio artistico con l’ex chitarrista dei Sonata Arctica Jani Liimatainen – una carriera solista che l’ha vista pubblicare “Shine” per earMUSIC nel 2014 e...

Enrico Benvenuto – Recensione: Transition

Il chitarrista dei seminali Dammercide si butta nell’avventura solista tramite questo “Transition”, album strumentale che non fa che confermare la visione personale dell’approccio alla chitarra del musicista piemontese. Certo sono riconoscibili alcune influenze come Marty Friedman o il Kiko Loureiro più ricercato ma Benvenuto non fa mancare una...

Accept – Recensione: Humanoid

E’ anche grazie alla notevole qualità di alcune uscite recenti che l’interesse del pubblico verso i nomi storici dell’heavy metal gode di un rinnovato – e salutare – vigore: seppure nel cuore di alcuni rimanga una distinzione tra coloro che hanno continuato a produrre musica nonostante le avversità...

Nofx – Recensione: Half Album

Un’altra recensione, un altro addio ad un muro portante della scena punk mondiale. Che i NOFX si sarebbero sciolti era notizia già da un paio d’anni. Ovviamente, insieme al condivisibile sentimento “Meglio smettere ora che ci sentiamo di farlo”, c’è la postilla: “Però lucriamoci il più possibile”. L’hanno...

Imminence – Recensione: The Black

Cercate un album metalcore senza influenze elettroniche, con un’ottima scrittura e senza tracce filler? Ci hanno pensato gli Imminence e già adesso possiamo affermare che “The Black” entra di diritto nella classifica dei migliori album metalcore del 2024. Ricordo di aver ascoltato con piacere uno degli ultimi dischi...