Categoria: Recensioni

AAVV – Speciale Ristampe

Axe Killer. Per i più attenti non certamente un nome nuovo, ma un’etichetta che si sta facendo valere per il proprio gusto nel rivitalizzare alcuni classici del passato e riproporli, rimasterizzati, con booklet davvero strepitosi, completi di testi e note. Whitesnake, Scorpions, Saxon, Queensryche fra gli altri ed...

Furvus – Recensione: Deflorescens Iam Robur

Alcune volte è inutile cercare di andare oltre. Ci si prova, cimentandosi in strade alternative, abbandonando ogni possibile confronto, partendo dal nastro. Nel caso di ‘Deflorescens Iam Robur’ ci troviamo di fronte all’ingoto. Ignote intenzioni, eteree atmosfere, declino dell’impero pagano… Onore di causa agli approfonditi studi filologici per...

Teer – Recensione: S/T

Nel caso in cui i Fair Warning potessero non essere sufficienti per le vostre orecchie, eccovi serviti su un piatto d’argento i Teer. Un debutto che scorre anonimo, perduto fra Dokken, Stryper, qualche eco dei Whitesnake più americani, dove brillano alcune intuizioni come i riff e gli arrangiamenti...

Lady Luck – Recensione: Life In Between

E’ un discreto debutto, quello dei Lady Luck. ‘Life In Between’ è tanto vivo quanto "nel mezzo", indeciso ma equilibrato nel mischiare un approccio emo di buona fattura e sufficiente irruenza con il linguaggio del pop più energico, ottenendo talvolta risultati assolutamente splendidi, come nell’opener ‘Sacrifice’, un pezzo...

Raw Power – Recensione: Trust Me

Sono quasi vent’anni che i fratelli Codeluppi suonano hardcore, e prima di ogni nuovo disco si ha già quasi la certezza che non ci saranno variazioni sostanziali nello stile di quello che propongono. E’ così anche per questa nuova prova, che invita a fidarsi del gruppo e non...

Darkthrone – Recensione: Prepare For War

Il capitolo antologico riservato ai Darkthrone dalla Peaceville è, a differenza di quello che si può per ora dire di quello riguardante i My Dying Bride, ottimo e soprattutto abbondante, ben bilanciato fra inediti storici (demo e live) e i capitoli più solidi della discografia ufficiale sotto Peaceville....

Dark Lunacy – Recensione: Devoid

Un debutto che definire elegante è quantomai azzeccato. I Dark Lunacy sono un’altra bella realtà, non ci sono dubbi. Colori gotici che sposano aspetti death metal i quali a loro volta si scontrano nelle linee classiche di archi (veri!) che paiono usciti dal Volga. Forte di una produzione...

Centurion – Recensione: Hyper Martyrium

Dopo aver lottato per far ‘risorgere l’Impero’, il Centurione torna a combattere con ferocia inaudita, deciso ad espandere fino all’estremo i confini dei suoi territori. Citando i Pantera, si potrebbe dire che ‘Hyper Martyrium’ rappresenta una volgare dimostrazione di iraconda potenza, pronta a spazzare via ogni ostacolo lungo...