Categoria: Novità

Cyril Achard – Recensione: Violencia

Il chitarrista francese torna alla carica con una nuova pubblicazione, molto diversa da quel “Traces”, pubblicato sempre da Lion Music nel 2008, con la quale ha essenzialmente in comune solo che anche questo è un disco interamente strumentale. La dichiarazione di intenti fatta dal valente musicista, che per...

The Graviators – Recensione: The Graviators

Doom? No, più “Occult Hard Rock” come gli piace autodefinirsi. I Graviators, dalla Svezia, si presentano al mondo con il loro album di debutto, forte di ritmiche ossessive e circolari, chitarre ‘grasse’ all’inverosimile, e tanta attitudine Black Sabbath nel sangue. Tutti i pezzi qui presenti partono aggressivi e...

Crazy Lixx – Recensione: New Religion

Gli svedesi Crazy Lixx si formano nella città di Malmö nel 2002. La pubblicazione del singolo “Heroes Are Forever”, nel 2007, apre le porte alla band che viene chiamata a suonare allo Sweden Rock Festival. Subito dopo il lancio del debut-album “Loud Minority” sono invitati dagli Hardcore Superstar...

Echoes – Recensione: Nature | Existence

Sono due le cose: o l’underground non esiste più, o tutto è diventato underground. In questo gioco di parole si nasconde l’attuale situazione del mercato discografico: situazione in cui le major fanno già fatica a distribuire il mainstream, per cui, di conseguenza, tralasciano una vasta fascia di artisti...

Lars Eric Mattson – Recensione: Tango

Definire “Tango” come uno degli album più semplici da capire nel percorso di Lars Eric Mattson, conoscendone un po’ la carriera, è a dir poco azzardato. Certo, il multiforme chitarrista che anni fa venne scoperto da Mike Varney ha sicuramente aggiunto un altro mattone importante nel muro che...

Avatar – Recensione: Avatar

Terzo album per gli svedesi Avatar. Che sia quella della svolta? A giudicare dall’impegno promozionale che ci mette la loro etichetta c’è veramente qualcuno che ci crede nel lavoro di questi musicisti. Purtroppo il loro swedish-death ultra-melodico rimane qualitativamente nella media, spesso accostabile ai maestri del genere e...

Treat – Recensione: Coup De Grace

I Treat sono state una delle espressioni più rappresentetative e qualitativamente convincenti di quell’hard rock melodico scandinavo che ha infiammato gli anni Ottanta e si è spento all’inizio dei Novanta. I loro chorus catchy, seppur spesso venati da una sottile sfumatura di malinconia, tornano ad incidere in questo...