Bumblefoot: “L’industria musicale è stupida, pensa che chi scarica musica sia un criminale”

Non le manda certamente a dire nemmeno il caro Ron “Bumblefoot” Thal, chitarrista, cantante, compositore, poli strumentista e produttore noto soprattutto per il suo contributo nei Guns N’Roses. In una delle sue ultime interviste, il musicista ha voluto puntare il dito contro l’industria musicale etichettandola come “stupida”. La motivazione? Secondo Thal, le compagnie discografiche tratterebbero i fan come “criminali” sottolineando come “i piani alti” abbiano preferito creare ulteriori disagi piuttosto che “abbracciare” la tecnologia, agevolando le esigenze e le aspettative degli ascoltatori.

Questo è quanto rilasciato ai microfoni di Jakarta Informer:

Napster non ha cambiato nulla, è la stupida industria musicale che non ha voluto vedere quella che io considero come una fantastica tecnologia e, magari, affermare “Mio Dio, potremmo fare abbastanza sfruttandola”, anzi… ha cercato di distruggerla trattando le persone come criminali!

A livello finanziario cosa puoi fare se miliardi di persone scaricano le tue canzoni gratuitamente? Avrebbero potuto richiedere anche il più piccolo abbonamento – sarebbero potuti essere sponsor o pubblicità. Ci sono milioni di modi in cui avrebbero potuto affrontare la cosa e l’industria musicale ha avuto il tempo necessario per capire. Piuttosto, hanno agito tramite gli avvocati intimando loro di far causa al ragazzino di 12 anni, mandando all’aria tutto quanto. Questo business ha iniziato a vedere i loro clienti come potenziali nemici e tutti ne hanno risentito. Vorrei congratularmi con le case discografiche, avete tirato su un casino e ancora non sapete come ripulirlo.

Bumblefoot20

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Accedi