Delight – Recensione: Breaking Ground

“Breaking Ground” è il quinto studio album dei polacchi Delight, six-piece da Skawina dedito a un gothic metal melodico e ricco di inflessioni industrial. Nonostante il genere abbia avuto negli ultimi tempi un’attenzione crescente per la fruibilità proponendosi con un certo successo anche a fasce di pubblico estranee al metal a tutto tondo, i Delight preferiscono un approccio personale ed intimista, inanellando una serie di brani malinconici e incentrati sui consueti “inner struggles”.

Se da un lato questo può essere un bene (per distanziarsi da ciò che fa la massa ci vuole sempre coraggio…), dall’altro l’alchimia della band non funziona sempre e se brani come l’opener “Divided” (una sorta di Rammstein meets Lacuna Coil) o la delicata “Emotune” catturano e anche parecchio, talvolta i singoli episodi appaiono troppo simili tra loro, con il conseguente rischio di incappare nella trappola della prevedibilità.

Cardine di questo sound è la voce della bella Paulina Malanska, dal tono cristallino quanto basta ma anche un po’ statico e non sempre in grado di sottolineare le variazioni ritmiche con la giusta enfasi. Spazio anche a chitarre “grasse” e ben in vista e ai synth, che ritagliano ampi cammei di elettronica all’interno dei pezzi. Formalmente non ci sono pecche, ma la varietà non è sviluppata fino in fondo. Peccato, perché le idee ci sono.

Voto recensore
5
Etichetta: Roadrunner / Metal Mind

Anno: 2007

Tracklist: 01.Divided
02.Sleep With The Light On
03.In Too Deep
04.Reasons
05.Fire
06.Every Time
07.Emotune
08.More
09.Juliet
10.All Alone
11.Your Name
12.Bare Tree
13.Divided (Video Clip – Bonus Track)

andrea.sacchi

view all posts

Poser di professione, è in realtà un darkettone che nel tempo libero ascolta black metal, doom e gothic, i generi che recensisce su Metallus. Non essendo molto trve, adora ballare la new wave e andare al mare. Ha un debole per la piadina crudo e squacquerone, è rimasto fermo ai 16-bit e preferisce di gran lunga il vinile al digitale.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Accedi