Suicidal Angels – Recensione: Bloodbath

Tornano a farsi sentire i greci Sucidal Angels, come da copione sempre fedeli al suono thrash anni ottanta e soprattutto incanalati nel novero dei tanti imitatori degli Slayer. Si tratta da sempre di una venerazione che spesso sfiora il plagio, ma va riconosciuto alla band di aver sempre svolto un buon lavoro dal punto di vista della forma e anche questo nuovo “Bloodbath” non fa certo eccezione.

Anzi, a voler ben ascoltare la qualità della confezione, se si parla di produzione ed esecuzione, è ulteriormente migliorata e ormai non c’è modo di tener fuori i Suicidal Angels dalla lista dei gruppi contemporanei in grado di non sfigurare al confronto del glorioso passato del genere.

Purtroppo resta talmente evidente la derivazione del songwriting portante delle canzoni da rendere impossibile spingersi verso valutazioni di merito troppo elevate.

Non di meno ci sarà più di un amante del genere a trovare interessanti l’abbinamento tra velocità e aggressività ben congeniato che si ascolta già nelle prime due tracce (la title track e la classica “Moshing Crew”).
L’arpeggio iniziale e il groove ritmico di “Chaos (The Curse Is Burning Inside)” si distanziano invece per un momento dal suono Slayer, ma restando ben piantati nello stile Thrash Bay Area (molto vicino a certi Exodus).

Pur senza mai stupire va sottolineato come la sequenza di song riesca stavolta a coinvolgere con maggiore intensità rispetto al passato e anche una canzone banale come “Face Of God” (a metà tra Slayer e Kreator) finisce per girare bene in testa.

L’unico aspetto che si sentiamo di criticare apertamente è che si potrebbero forse evitare almeno le citazioni (o meglio definire imitazioni) evidenti degli Slayer, come in “Morbid Intention To Kill” e “Summoning Of The Dead”. Anche nel legittimo desiderio di trarre ispirazione dai propri idoli c’è un limite che non andrebbe superato.

Nel complesso però i Suicidal Angel sono una di quelle band che migliora uscita dopo uscita e quindi a loro va il nostro giusto apprezzamento.

Voto recensore
6,5
Etichetta: Noise Art Records

Anno: 2012

Tracklist:

01. Bloodbath
02. Moshing Crew
03. Chaos (the curse is burning inside)
04. Face of God
05. Morbid Intention to kill
06. Summoning of the Dead
07. Legacy of Pain
08. Torment Payback
09. Skinning the Undead
10. Bleeding Cries


Sito Web: http://www.suicidalangels.com/

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Accedi