Blackfoot – Recensione: Southern Native

Anche se non fa parte dei Lynyrd Skynyrd fin dalla loro fondazione, il nome di Rickey Medlocke è uno di quelli che rimane indissolubilmente legato alla southern rock band per eccellenza. Il ritorno sulle scene dei suoi Blackfoot, band formata da lui oltre quarant’anni fa, non deve però trarci in inganno, perchè Medlocke non figura nella formazione attuale dei Blackfoot, che si sono trasformati in un quartetto composto da musicisti molto più giovani del Piede Nero (che ormai è più vicino ai settanta che ai sessanta), appartenenti a una sorta di seconda generazione per il southern rock. Medlocke ha scritto i brani di “Southern Native”, ci ha suonato e ha atto da produttore, ma non fa parte della formazione ufficiale della band. Tuttavia, è evidente è che “Southern Native” si pregia di un songwriting molto curato, composto in parte da brani in uno stile più classico e da altri più mkoderni, che forse però non trova un’espressione altrettanto adeguata nei suoi esecutori. Il risultato è un southern rock abbastanza diluito, con buoni momenti strumentali (spicca soprattutto la conclusiva “Diablo Loves Guitar” o il finale sfumato di “Everyman“), ma che in altri momenti sembra un po’ debole. Tim Rossi e Rick Krasowski si dividono l’onere del microfono, e si impegnano moltissimo per risultare dotati di una personalità credibile, personalità che forse è ancora un po’ latente. Ci sono situazioni valide, come la suggestiva “Take Me Home” con il suo ritmo lento e il suo sottofondo di chitarra slide che ci introduce sulle strade polverose del profondo sud statunitense, e ci sono situazioni molto meno riuscite, come “Call Of A Hero“, un rock blues abbastanza standard e tendente al piatto. Non siamo assolutamente a livelli tali per cui dobbiamo parlare di passo falso, ma è certo che questa nuova deriva dei Blackfoot è un po’ meno interessante di quella che era la sua fase iniziale. Possiamo comunque sperare che Medlocke continui ancora a lungo a dispensare saggi consigli e a produrre brani meritevoli di attenzione, e che al tempo stesso i Blackfoot 2.0 crescano musicalmente in modo da sviluppare più nettamente le loro personalità.

Blackfoot - Southern Native

Voto recensore
6,5
Etichetta: Loud & Proud Records

Anno: 2016

Tracklist: 01. Need My Ride 02. Southern Native 03. Everyman 04. Call Of A Hero 05. Take Me Home 06. Whiskey Train 07. Satisfied Man 08. Ohio 09. Love This Town 10. Diablo Loves Guitar
Sito Web: https://www.facebook.com/officialblackfoot/?fref=ts

anna.minguzzi

view all posts

E' mancina e proviene da una famiglia a maggioranza di mancini. Ha scritto le sue prime recensioni a dodici anni durante un interminabile viaggio in treno e da allora non ha quasi mai smesso. Quando non scrive o non fa fotografie legge, va al cinema, canta, va in bicicletta, guarda telefilm, mangia Pringles, beve the e di tanto in tanto dorme. Adora i Dream Theater, anche se a volte ne parla male.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Accedi