BILLY CORGAN contro le major

Secondo quanto riportato da The Pulse Of Radio, il frontman degli SMASHING PUMPKINS, ed unico membro della formazione originaria, Billy Corgan si è scagliato contro le major durante un’intervista rilasciata a Spinner.com.

“Qualcosa circa la necessità delle major di stringere il mercato in un angolo, ha letteralmente spremuto tutto l’entusiasmo fuori dalla musica. Sembra quasi uno di quei ristoranti estremamente costosi, nei quali proprio a causa dei prezzi altissimi non riesci a goderti davvero il sapore di ciò che mangi. Ti senti come strappato a metà, ma non riesci a capire perché. I fan però si stanno ribellando a tutto questo”
Corgan è fuori dal giro dal 2008 quando i PUMPKINS sono diventati free agent dopo la risposta negativa all’album di ritorno del 2007 “Zeitgeist”.

I PUMPKINS registrano e mettono online pezzi da ascoltare gratuitamente da circa un anno ormai, per un totale di 44 tracce da completare ed inserire nell’immenso progetto chiamato “Teargarden by Kaleidyscope”.

Corgan ha dichiarato che inserire tracce online gli ha ridato la libertà ed un senso di ascolto collettivo che mancava. “Sono cresciuto negli anni ’70 ed ascoltare la radio era davvero molto importante. La ascoltavamo tutti insieme condividendo la stessa esperienza. In un certo senso, oggi abbiamo perso quel tipo di esperienza collettiva”.
Corgan ha poi aggiunto che l’industria musicale continua a rifiutarsi di mettersi al passo con i tempi. “Viviamo in un periodo di mezzo, pieno di persone che non si prendono alcun rischio, vogliono passare per sperimentatori, ma non lo sono affatto. Tutto questo premia continuamente la parte sbagliata del mondo artistico”.

Fonte: Blabbermouth.net

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Accedi