Jimi Barbiani Band – Recensione: Back On The Tracks

In un’epoca in cui il download, legale ed illegale, spopola anche fra le etichette discografiche, c’è ancora chi, andando controcorrente, pensa con affetto a quella nicchia di affezionati ancora legati al concetto di disco in tutti I sensi (quindi un qualcosa di tangibile, non solo da ascoltare ma anche da osservare e memorizzare in tutte le sue parti). Va interpretata in questo modo la scelta di Jimi Barbiani, ex chitarrista dei friulani W.I.N.D., di realizzare un CD non solo corredato da un ricco booklet fotografico, ma anche e soprattutto da una copertina rivestita di morbido velluto rosso. Una vera e propria orgia sensoriale. Già, perché fortunatamente la soddisfazione non si ferma solo agli occhi e alle dita, ma va soprattutto all’ascolto. Jimi Barbiani è un musicista dal respiro internazionale, che ha suonato in varie parti del mondo in compagnia di musicisti che hanno fatto storia nell’hard blues (come Johnny Neil, che ha militato negli Allman Brothers e nei Gov’t Mule) e che la stanno facendo tuttora (come Joe Bonamassa), e che quindi porta con sé un importante bagaglio musicale. Questo si traduce in brani maturi e intelligenti, che partendo da due cover di lusso come ‘Superstition’ di Stevie Wonder e ‘Sure Got Cold After The Rain Fell’ dei ZZ Top, allarga poi i propri orizzonti, prima verso brani dall’incedere vivace come ‘I Got The Devil’, poi verso episodi dalle ritmiche più lente ed intense, come ‘Weeping Sky’. In tutti i brani la chitarra interpreta il ruolo della padrona di casa, ma anche il resto del gruppo, e in particolare la voce di J.C. Cinel (già membro dei Wicked Minds), si adatta perfettamente alla parte e rivela la buona alchimia fra il solista e i restanti componenti. Nulla è lasciato al caso, dalla produzione agli arrangiamenti, dal suono dell’armonica ai dettagli della voce. Tutte cose che contribuiscono ad ottenere un prodotto di pregio, da ascoltare e riascoltare, come un qualcosa di cui è praticamente impossibile stancarsi.

Voto recensore
8
Etichetta: Andromeda Relix

Anno: 2011

Tracklist:

1. I Feel So Lonely
2. I Got The Devil
3. Good TIme Man
4. Weeping Sky
5. Party Angel
6. Streets Of Love
7. Superstition
8. Sure Got Cold After The Rain Fell
9. You Don't Know
10. The Day Of The Witch
11. Good Morning


Sito Web: www.myspace.com/jimibarbiani

anna.minguzzi

view all posts

E' mancina e proviene da una famiglia a maggioranza di mancini. Ha scritto le sue prime recensioni a dodici anni durante un interminabile viaggio in treno e da allora non ha quasi mai smesso. Quando non scrive o non fa fotografie legge, va al cinema, canta, va in bicicletta, guarda telefilm, mangia Pringles, beve the e di tanto in tanto dorme. Adora i Dream Theater, anche se a volte ne parla male.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Accedi