Author: Marco Soprani

Folgorato in tenera età dalle note ruvide di Rock'n'Roll dei Motorhead (1987), Marco ama fare & imparare: batterista/compositore di incompresa grandezza ed efficace comunicatore, ha venduto case, lavorato in un sindacato, scritto dialoghi per una skill di cucina e preso una laurea. Sfuggente ed allo stesso tempo bisognoso di attenzioni come certi gatti, è un romagnolo-aspirante-scandinavo appassionato di storytelling, efficienza ed interfacce, assai determinato a non decidere mai - nemmeno se privato delle sue collezioni di videogiochi e cuffie HiFi - cosa farà da grande.

About Marco Soprani

has published 415 posts

Folgorato in tenera età dalle note ruvide di Rock'n'Roll dei Motorhead (1987), Marco ama fare & imparare: batterista/compositore di incompresa grandezza ed efficace comunicatore, ha venduto case, lavorato in un sindacato, scritto dialoghi per una skill di cucina e preso una laurea. Sfuggente ed allo stesso tempo bisognoso di attenzioni come certi gatti, è un romagnolo-aspirante-scandinavo appassionato di storytelling, efficienza ed interfacce, assai determinato a non decidere mai - nemmeno se privato delle sue collezioni di videogiochi e cuffie HiFi - cosa farà da grande.

Everdawn – Recensione: Venera

Gli Everdawn sono una band americana, proveniente dal New Jersey e formata nel 2014 da Mike LePond (bassista dei Symphony X), Dan Prestup (batteria), Boris Zaks (tastiere) e Richard Fischer (chitarre). L’interesse per il loro primo album è notevole: alla parte tecnica di “Midnight Eternal” collaborano Eric Rachel...

Ron Coolen – Recensione: Here To Stay

E’ una lunga autobiografia, quella che accompagna l’uscita di “Here To Stay”, perfino troppo lunga – verrebbe da dire – per un artista ancora relativamente poco conosciuto dalle nostre parti. Estraendo i dettagli più significativi, saltando qua e là tra i paragrafi, veniamo comunque a sapere che il...

Axenstar – Recensione: Chapter VIII

“Una convergenza di esperienza ed innovazione”. E’ così che l’etichetta svedese Inner Wound Recordings, che avevo recentemente conosciuto in occasione dell’uscita dei nostrani Draconicon, definisce brillantemente l’ottavo album degli Axenstar, quartetto di Västerås dedito al power metal ed attivo dal 1999. Un gruppo, quello oggi formato da Magnus...

Animamortua – Recensione: Gods Among Us

Gli Animamortua sono una metal band proveniente dall’isola di Malta, un territorio piccolo ma dal quale nel recente passato mi è capitato di ascoltare cose interessanti: per questo motivo, quando ho avuto la possibilità di recensire il loro disco di debutto, pubblicato peraltro dalla piemontese Underground Symphony, all’immancabile...