Author: jojo

About jojo

has published 109 posts

Disturbed – Recensione: Asylum

I Disturbed riprendono il discorso da dove l’avevano lasciato, nel 2008, col precedente “Indestructible”. Anche se, per certi versi, questo “Asylum” si avvicina di più verso sonorità sapientemente virate in direzione di un metal più classico (non vi preoccupate, il muro sonoro marchio di fabbrica del gruppo è...

Murderdolls – Recensione: Women And Children Last

Dopo ben otto anni d’assenza discografica, ritornano le bambole assassine, rianimate da una voglia di vendetta verso l’odierna scena musicale, reputata, da Wednesday 13 (cantante e co-fondatore della band), noiosa e stantia, esattamente come lo era nel 2002 (periodo del loro esordio). Il gruppo, del quale, come è...

Black Label Society – Recensione: Order Of The Black

A quattro anni dal semideludente “Shot To Hell“, ritorna, con l’ottavo studio album, la mostruosa macchina da guerra, macina-riff dei Black Label Society, capitanata (come sempre) dal mastodontico e barbuto leader maximo Zakk Wylde. Subito l’attacco potente di chitarre distorte lascia ben sperare che “Order Of The Black”...

Nonlinear – Recensione: Sei Mejo Te

Oddio, da un gruppo come i Nonlinear ci si poteva aspettare di tutto… e di tutto (ma proprio tutto), infatti, è quello che si può ascoltare in “Sei Mejo Te”, nuovo album della band laziale. Per un vero e proprio metallaro, il prodotto in questione risulterà assolutamente indigeribile,...

Texas Hippie Coalition – Recensione: Rollin’

Hard Rock cafone! I Texas Hippie Coalition (THC, e chi vuol intendere intenda…) da Denison (Texas, of course) danno alle stampe questo Rollin’ (ed ecco che anche il titolo si presta a diversi significati), loro seconda fatica discografica ma prima distribuita a livello internazionale. La coalizione degli hippie...

Eye For An Eye – Recensione: Downfall

A Swindon (UK), paese ad un’oretta di distanza dalla raffinata Oxford o dalla trip-hoppara Bristol, si suona. E si suona di brutto! Abbandonate le atmosfere fighette delle succitate città, qui si incorre in un vero e proprio rock tosto di periferia, sanguigno come solo in America si pensava...

Beatrix Boulevard – Recensione: Uncut

Con una giustissima e apprezzabilissima adesione all’iniziativa “Quanto vale la musica?” (operazione che porta l’acquirente a decidere da solo il prezzo da pagare per acquistare il cd dei BB ed il cui ricavato andrà in beneficenza per la Onlus SOS Villaggi dei bambini, impegnata in 132 paesi del...

Detente – Recensione: Decline

Un mix di thrash, punk e hardcore. Suonano così i Detente (band fondata nel 1985, tra gli altri, da Ross Robinson, storico produttore di band come Korn, Sepultura ecc…) nel 2010. La line-up odierna è leggeremente differente, ma i Detente mantengono la loro aura di incazzatura a tutti...

Slip Diff – Recensione: Breakout

Gli Slip Diff nascono a Piacenza nel gennaio 2006 e subito producono un Ep a nome “Cleaning My Head”. Sin da subito la band risulta non inquadrabile in un determinato genere e, forti di questo particolare stile personale, nel 2008, si ritirano in studio per registrare il nuovo...