Author: Eva Cociani

Amo la musica a 360 gradi, non mi piace avere etichette addosso, le trovo limitanti e antiquate, prediligo lo street, il glam e anche il goth, ma non disdegno nulla basta che provochi emozioni. Ossessionata dalle serie tv, dalla fotografia, dai viaggi e dai live show mi identifico con il motto: “Live the life to the fullest”.

About Eva Cociani

has published 3081 posts

Amo la musica a 360 gradi, non mi piace avere etichette addosso, le trovo limitanti e antiquate, prediligo lo street, il glam e anche il goth, ma non disdegno nulla basta che provochi emozioni. Ossessionata dalle serie tv, dalla fotografia, dai viaggi e dai live show mi identifico con il motto: “Live the life to the fullest”.

L.U.S.T. – Recensione: First Tattoo

I L.U.S.T. sono quattro ceffi provenienti da Sydney cresciuti a birra e rock’n’roll. Attivi dal 2004, approdano solo ora sul mercato con il primo full length album intitolato “First Tattoo”. Tra le influenze, vengono citati gruppi come i connazionali Ac/Dc, i Motorhead i Sex Pistols e i Ramones,...

Moritz – Recensione: Undivided

“Undivided” è il primo album ufficiale realizzato dal gruppo inglese dei Moritz. A distanza di ben venticinque anni dalla loro formazione, nel lontano 1985, sono riusciti finalmente a dare alla luce all’agognato full-length. Un album questo “Undivided” che farà la felicità di tutti gli appassionati di Aor di...

Bubblegum Screw – Recensione: Hitz’N’Misses

“Hitz’n’Misses” è il primo full-length album realizzato dal combo inglese dei Bubblegum Screw. Attivi dal 2006 e con alle spalle un mini ep “St.Valentines Day Massacre”, ormai introvabile, si ripresentano con questo platter contenente ben diciannove pezzi. Brani belli grezzi e tosti che sapranno catturare l’attenzione di quanti...

Last Mistake – Recensione: Living Again

Smarrimento, confusione, incertezza, queste sono le sensazioni provate dopo un primo rapido ascolto di “Living Again”, nuovo album per il gruppo dei Last Mistake. L’impressione iniziale, è quella di ascoltare un concentrato sonoro che al suo interno, tenta di mescolare mondi molto distanti tra loro, una specie di...

Stoneman – Recensione: Human Hater

La pubblicazione del terzo album in studio, per la stragrande maggioranza dei gruppi, rappresenta un punto chiave nella propria carriera, che può sancirne la consacrazione, o far precipitare drasticamente le quotazioni della propria creatura musicale fino al dimenticatoio. Noti i casi di gruppi come Marilyn Manson e Korn...