Atrexial: firmano con Non Serviam Records. Il nuovo album “The Serpent Abomination” in uscita il 22 marzo

Comunicato stampa:

Oggi Non Serviam Records è orgogliosa di annunciare la firma dei black metallers spagnoli ATREXIAL.
 
Siamo orgogliosi di firmare per NSR perché significa un grande passo avanti per gli Atrexial. Unire le forze con NSR eleva la band a un livello completamente nuovo. Crediamo fermamente che ‘The Serpent Abomination’ sia un’opera unica nel panorama del Black Metal moderno, nata dalle profondità dell’animo umano, e che meriti un’etichetta solida, rispettata e potente“, commenta la band. 
 
Ricardo Gelok, proprietario di Non Serviam Records, prosegue: “A volte un promo si distingue dalla dozzina di altri che riceviamo. Dopo aver ricevuto quello degli Atrexial, ho capito fin dai primi brani che poteva essere davvero speciale. Prima di rendermene conto stavo già ascoltando l’ultima canzone… la musica mi ha trascinato nei meandri più profondi“.
 
Il gruppo di Barcellona è stato fondato dal mastermind Naga S. Maleström nel 2014. Il loro album di debutto “Souverain” è stato pubblicato nel 2017, seguito da “Gargantuan” tre anni dopo, ottenendo ottime recensioni durante la pandemia.
 
Il 22 marzo 2024 gli ATREXIAL pubblicheranno il loro atteso nuovo album “The Serpent Abomination”, che è stato registrato, mixato e masterizzato da Gerard Porqueres (Heartwork Recordings). L’artwork dell’album è stato creato da Luciana Nedelea.
 
Restate sintonizzati per il primo singolo e il lancio dei pre-ordini!
 
ATREXIAL sono:
Naga S. Maelström – chitarra
Louen Walden – chitarra, voce
H.K. Belegurth – basso
Yann – batteria

anna.minguzzi

view all posts

E' mancina e proviene da una famiglia a maggioranza di mancini. Ha scritto le sue prime recensioni a dodici anni durante un interminabile viaggio in treno e da allora non ha quasi mai smesso. Quando non scrive o non fa fotografie legge, va al cinema, canta, va in bicicletta, guarda telefilm, mangia Pringles, beve the e di tanto in tanto dorme. Adora i Dream Theater, anche se a volte ne parla male.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Accedi