Porcupine Tree – Recensione: Anesthetize – Live In Tilburg

Mancava un tassello nella produzione dei Porcupine Tree, più che altro mancava un “formato” di ultima generazione come il Blu-ray a fianco di una lista interminabile fatta di cassettine, singoli, ecc..(chi desidera spulciare online la biografia della band inglese si renderà conto che è molto più estesa di quanto si creda); ed una personalità iper professionale come Steven Wilson ha ovviamente realizzato, in collaborazione con Lasse Hoile, un prodotto di classe superiore sia dal punto di vista sonoro (dts-HD Master Audio) che visivo (telecamere ovunque, addirittura sotto la batteria).

Dopo lo splendido “The Incident”, riproposto interamente anche dal vivo per questo “Anesthetize” dobbiamo fare un salto indietro di un paio d’anni dato che questo live è stato registrato a Tilburg, Olanda nell’ottobre 2008 durante il tour di promozione a “Fear Of A Blank Planet”; e proprio l’album “blu” nella sua interezza (insieme alle canzoni tratte dall’inscindibile EP “Nil Recurring”) è il protagonista della prima porzione del DVD/Blu-ray (impietoso il confronto tra i due supporti) anche se molto più che per il precedente “Arriving Somewhere…” si va a pescare nel passato più remoto, con l’inaspettata riproposizione di pezzi come “Dark Matter”, “Sever” o “Sleep Of No Dreaming”. La prova della band è ineccepibile come sempre e la regia di Hoile va a cogliere con inquadrature mirate quanto non si può cogliere durante un normale concerto, ci riferiamo in particolare al lavoro “collante” di un Richard Barbieri letteralmente circondato di sintetizzatori ed un Gavin Harrison che visto “da dietro e dall’alto” è uno spettacolo nello spettacolo; rispetto al DVD del 2006 viene a mancare l’effetto sorpresa (anche perché praticamente ogni hanno gli inglesi fanno visita alla nostra penisola) e quel gusto “cinematografico” che non era piaciuto a tutti. Il tutto è comunque bilanciato da alcune porzioni memorabili tra le quali non si possono non citare “Anesthetize”, “Way Out Of Here”, “Sleep Together”, “Normal” e “Cheating The Polygraph”.

Prodotto e band immensi…oggettivamente pochi rivali possono competere, perlomeno nell’anno domini 2010 con un combo ti tale levatura. Chapeau!!!

Voto recensore
8
Etichetta: Kscope/Snapper

Anno: 2010

Tracklist:

01. Intro
02. Fear Of A Blank Planet
03. My Ashes
04. Anesthetize
05. Sentimental
06. Way Out Of Here
07. Sleep Together
08. What Happens Now?
09. Normal
10. Dark Matter
11. Drown With Me
12. Cheating The Polygraph
13. Half-Light
14. Sever
15. Wedding Nails
16. Strip The Soul / .3
17. Sleep Of No Dreaming
18. Halo
19. Outro


Sito Web: http://www.myspace.com/porcupinetree

alberto.capettini

view all posts

Fan di rock pesante non esattamente di primo pelo, segue la scena sotto mentite spoglie (in realtà è un supereroe del sales department) dal lontano 1987; la quotidianità familiare e l’enogastronomia lo distraggono dalla sua dedizione quasi maniacale alla materia metal (dall’AOR al death). È uno dei “vecchi zii” della redazione ma l’entusiasmo rimane assolutamente immutato.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Accedi