Allegaeon – Recensione: Proponent For Sentience

Arrivati al quarto disco in sei anni gli Allegaon dimostrano ancora una volta di essere una band solida e tecnicamente preparata, ma, allo stesso tempo, tutti i miglioramenti effettuati nel corso della carriera non sono riusciti a risolvere del tutto il problema della mancanza di una marcata personalità, che è poi il vero (per non dire l’unico) limite della band in questione.

Già un’opener come “Proponent For Sentience I – The Conception” mette quasi tutto a nudo: in sei minuti gli Alleagon ci regalano passaggi ritmici mozzafiato, assoli precisi e veloci, riffing ultra-tecnico e una punta di melodia che non guasta mai. In effetti è tutto estremamente ben congegnato e perfettamente funzionale al risultato finale, ma per una qualche motivo non “buca le casse”.

In parte il problema sta nelle vocals generalmente piatte del nuovo cantante Riley McShane, che mostra certamente una potenza polmonare invidiabile, ma, almeno a nostro gusto, non trova la strada giusta per far rendere al meglio le partiture vocali. Allo stesso tempo la tecnica messa in bella mostra nei tanti passaggi strumentali non arriva comunque a costituire una brano che ci suoni del tutto efficace.

Si tratta di un problema che ci pare ripetersi troppo spesso sul disco; “From Nothing”, “Cognitive Computations” o “Demons Of An Intricate Design” sono ad esempio canzoni dalla forma ineccepibile, ma in fondo ci sembrano tutte variazioni di uno stesso schema e anche dopo più ascolti nessuna ci lascia davvero addosso qualche sensazione importante (ammesso che la noia non lo sia).

Fortunatamente non tutte le tracce rimangono così anonime e alcuni brani, tra cui “Of Mind And Matrix” e “The Arbiters” riescono invece a tenere elevata l’attenzione, sempre senza uscire da canoni generali che fanno scuola nel vasto mondo del death tecnicamente evoluto, ma comunque con sufficiente presa e con alcune belle scelte melodiche.

Menzione a parte per due pezzi invece molto belli come “Grey Matter Mechanics – Apassionata Ex Machinea” e “Proponent for Sentience III – The Extermination”, dotati di una maggiore particolarità e capaci di coinvolgere dalla prima all’ultima nota grazie ad una fantasia compositiva e ad una presenza sul pezzo assenti altrove. Non ci è invece molto piaciuta la cover dei Rush (“Subdivisions”): troppo formale da un lato e comunque incapace di rendere la magia dell’originale.

Ci viene in conclusione spontaneo pensare che un album che dura ben 72 minuti potesse magari ricevere qualche taglio, rendendolo probabilmente più godibile nella sua interezza. Per noi invece restano sia luci che ombre e nel complesso non ce la sentiamo di valutare l’insieme troppo al di sopra di una comoda sufficienza.

allegaeon

Voto recensore
6,5
Etichetta: Metal Blade Records

Anno: 2016

Tracklist: 01. Proponent for Sentience I – The Conception 02. All Hail Science 03. From Nothing 04. Grey Matter Mechanics – Apassionata Ex Machinea 05. Of Mind and Matrix 06. Proponent for Sentience II – The Algorithm 07. Demons of an Intricate Design 08. Terrathaw and the Quake 09. Cognitive Computations 10. The Arbiters 11. Proponent for Sentience III – The Extermination 12. Subdivisions
Sito Web: https://www.facebook.com/allegaeon

riccardo.manazza

view all posts

Incapace di vivere lontano dalla musica per più di qualche ora è il “vecchio” della compagnia. In redazione fin dal 2000 ha passato più o meno tutta la sua vita ad ascoltare metal, cominciando negli anni ottanta e scoprendo solo di recente di essere tanto fuori moda da essere definito old school. Il commento più comune alle sue idee musicali è “sei il solito metallaro del cxxxo”, ma d'altronde quando si nasce in piena notte durante una tempesta di fulmini, il destino appare segnato sin dai primi minuti di vita. Tra i quesiti esistenziali che lo affliggono i più comuni sono il chiedersi il perché le band che non sanno scrivere canzoni si ostinino ad autodefinirsi prog o avant-qualcosa, e il come sia possibile che non sia ancora stato creato un culto ufficiale dei Mercyful Fate.

1 Comment Unisciti alla conversazione →


  1. Nighty explosive

    Ma seriamente ? 6 e mezzo a sta perla e otto e mezzo a quel piattume di will to power degli arch enemy….

    Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Accedi