Alice Cooper: “avrei voluto rubare Tommy Lee dai Mötley Crüe”

Alice Cooper, in una recente intervista a seguito di un concerto coi Mötley Crüe in occasione del The Final Tour, che passerà in Italia il prossimo 10 novembre al Mediolanum Forum di Milano, ha dichiarato che avrebbe voluto ben volentieri “rubato” Tommy Lee.

C’erano i Guns N’ Roses, i Mötley Crüe, i Cinderella, i Poison e tutte queste band.. la cosa che mi piaceva di loro è che erano sfarzosi.. molto sfarzosi e glam. Quando è nato MTV, c’è stato lo spazio ideale da tre minuti per concerti sfavillanti, glam e rock. Così tutte queste band erano curate molto bene, suonavano bene e avevano un ampio repertorio di canzoni. Voglio dire, è una combinazione piuttosto buona.

I Mötley Crüe, tutto ad un tratto, erano ragazzi che sembravano ragazze e sono stati fermati da tutte le ragazze che c’erano in città, ovunque c’era la loro immagine. Tutti dicevano “Che c’è di male? E’ una buona idea“.

La cosa che mi ha colpito di più dei Mötley Crüe è Tommy Lee, il batterista. Io li guardavo e pensavo “Gesù, il batterista è davvero bravo!“.

Un cantante guarda sempre le band e pensa “Chi posso rubare da questa band?” Quel batterista era già sulla mia lista. Mi dicevo “Se i Mötley Crüe si sciolgono, mi prendo quel ragazzo!

Mötley Crüe - Alice Cooper

selene.farci

view all posts

La mistress del team news di Metallus.it. Ogni virgola fuori posto è una frustata ai poveri redattori che ormai implorano pietà. Dalla Sardegna con furore, ma al posto del tunz tunz del Billionarie il suo pensiero fisso è la Love Machine di Blackie Lawless. Si divide tra la macchina fotografica, matrimoni e metallo colante.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Accedi