Picture Of The Moon – Recensione: Ageless Day

Due EP come unici prodotti dalla fondazione del gruppo, avvenuta nel 2001: con tutta la buona volontà di questo mondo, è un po’ poco come prodotto musicale. Per quanto gli olandesi Picture Of The Moon possano essere un gruppo interessante, la scarsità di materiale originale a disposizione non depone a loro favore.

Questo secondo lavoro si compone comunque di tre pezzi di lunghezza sempre superiore ai cinque minuti, formati da una buona serie di elementi prog e qualche accenno a una musica più estrema, soprattutto nell’uso (moderato) delle voci growl e in certi riff di chitarra più pesanti; sotto questo aspetto, il brano meglio riuscito è il centrale ‘No Break Space’, che riesce a evocare atmosfere abbastanza angosciose e cupe. L’iniziale ‘Black Roses’ è invece un pezzo più solare e dalla struttura più semplice, mentre ‘Ageless Day’ è un brano più veloce (si osa addirittura la doppia cassa) caratterizzato da una lunga parte strumentale tipica del prog. L’impressione che se ne ricava è discretamente positiva, ma chissà se sulla lunga distanza i Picture Of The Moon potrebbero soddisfare un po’ di più?

Etichetta: Dark Balance

Anno: 2007

Tracklist:

1- Black Roses

2- No Break Space

3- Ageless Day


anna.minguzzi

view all posts

E' mancina e proviene da una famiglia a maggioranza di mancini. Ha scritto le sue prime recensioni a dodici anni durante un interminabile viaggio in treno e da allora non ha quasi mai smesso. Quando non scrive o non fa fotografie legge, va al cinema, canta, va in bicicletta, guarda telefilm, mangia Pringles, beve the e di tanto in tanto dorme. Adora i Dream Theater, anche se a volte ne parla male.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Accedi