Middian – Recensione: Age Eternal

La perdita degli Yob è ancor oggi una ferita aperta per gli amanti del doom/psichedelico più evoluto. Mike Scheidt deve averlo subito capito visto che, nel giro di pochi anni, ha rimesso in piedi una nuova formazione ‘triangolare’ sempre devota alla musica del destino rapportata alle metamorfosi del nuovo millennio. Un sospiro di sollievo per i fan, che si vedevano (a questo punto) orfani di un ‘guru’ capace di reggere su livelli superiori, le intuizioni dilatate di Electric Wizard e per certi versi Acrimony. Le visioni apocalittiche dettate dalla chitarra di Mike Scheidt, ricalcano in toto quanto conoscevamo, privilegiando tuttavia i mid-tempo anziché le piece affascinanti della band madre. Nulla di esaltante, con l’aggravante di un cedimento nel songwriting tangibile, che mina alla base ‘Age Eternal’, ponendolo ben lontano da capolavori riconosciuti quali ‘Catharsis’ e ‘The Unreal Never Lived’. Una piccola delusione lo scorrere del tomo, avaro di colpi di genio e indebolito altresì da una produzione non bilanciata al meglio. Ad ogni modo i fanatici di certe sonorità troveranno gradevole l’ascolto, ma recrimineranno i tempi in cui lo spazio infinito non era mai stato così vicino, grazie alle visioni cinematografiche irrepetibili di quell’act primigenio. Rimandati, ma con piena fiducia.

Voto recensore
6
Etichetta: Metal Blade / Audioglobe

Anno: 2007

Tracklist: 01. Dreamless Eye
02. The Blood Of icons
03. Age Eternal
04. The Celebrant
05. Sink To The Center

1 Comment Unisciti alla conversazione →


  1. Metalkarter93

    Recensione fatta pensando sempre ai grandissimi YOB. Mi dispiace ma non sono d’accordo…i riff violentissimi di questo capolavoro, le voci intrecciate e la sperimentazione di sonorità un po più veloci (seppur non sempre), mi piacciono eccome. Peccato che dei Middian non ci sia più traccia ormai. Il mio voto sarebbe stato un bel 7,5…

    Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Accedi