Abbath: una data live in Italia ad aprile

Comunicato Hellfire Booking Agency:

Dopo il caldo atroce degli ultimi mesi, incombe su di noi un gelo assiderante come solo la Norvegia sa proporre. Hellfire Booking Agency annuncia gli Abbath!

Emersi con un ruggito dalle ceneri degli Immortal, uno dei più aitanti gruppi black metal della storia norvegese, gli Abbath ne incanalano gli aspetti più oscuri, divorando in contemporanea lezioni da luminari del thrash metal e dando vita a un black metal ricco di elementi occulti e paralizzanti. Con un debutto sbaragliante al Tuska Open Air 2015 seguito immediatamente da un eponimo debutto per Season of Mist, gli Abbath si fanno sempre più brutali, riconfigurandosi con line up taglienti e rilasci rivoltosi resi solo più fatali da un estro creativo a dir poco irreversibile.

Se pensavate poi che l’orda finisse lì, vi sbagliate di grosso. Ad aggravare la situazione i Toxic Holocaust, miscela caustica di thrash metal con influenze massacranti di hardcore punk, proto death metal Anni ’80 e hard rock della West Coast, nota per il suo approccio corrosivo e incandescente e live ben oltre il brutale.

Ultimo guest? I distruttivi Hellripper.

Gli Abbath, rafforzati da Toxic Holocaust ed Hellripper, pietrificheranno l’Italia per un’unica data allo Slaughter Club di Paderno Dugnano, questo gennaio. Sarò un inizio 2024 devastante.

07 GENNAIO 2024 | SLAUGHTER CLUB, PADERNO DUGNANO (MI)
Via Angelo Tagliabue, 4, 20037 Paderno Dugnano MI
Evento FB: https://www.facebook.com/events/157420304070236/

Prevendite disponibili esclusivamente su Dice a partire dal 7 gennaio alle 10:00.

In collaborazione con Erocks Production

anna.minguzzi

view all posts

E' mancina e proviene da una famiglia a maggioranza di mancini. Ha scritto le sue prime recensioni a dodici anni durante un interminabile viaggio in treno e da allora non ha quasi mai smesso. Quando non scrive o non fa fotografie legge, va al cinema, canta, va in bicicletta, guarda telefilm, mangia Pringles, beve the e di tanto in tanto dorme. Adora i Dream Theater, anche se a volte ne parla male.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Accedi