Henry Rollins – Recensione: A Rollins In The Wry

Gli spoken-word sono, per Henry Rollins, una pratica ormai più che consueta. Se da una parte l’ex-cantante dei Black Flag si è dedicato a narrazioni sobrie ed emozionanti, come le letture tratte dai libri ‘Get In The Van’ o ‘Black Coffee Blues’, dall’altra si è spesso lasciato andare in registrazioni dal vivo di show di questo tipo, in cui l’elemento umoristico –sempre orientato socialmente e particolarmente pungente- prende il controllo della situazione. ‘A Rollins In The Wry’ è forse il primo di questi CD a godere di distribuzione ed esposizione sufficiente nel nostro paese ed è effettivamente uno dei più divertenti e brillanti, con Hank che si scaglia umoristicamente contro i “poeti della sfiga” o contro il linguaggio di Bill Clinton, tirando spesso nel mucchio episodi di vita on the road o legati al musica business. E’ chiaramente necessaria una conoscenza approfondita dell’inglese per seguire nella maniera appropriata ‘A Rolling In The Wry’, ma ‘Death To Poets’ vale sicuramente uno sforzo d’ascolto consistente.

Etichetta: SPV / Audioglobe

Anno: 2001

Tracklist: Intro
Death To Poets
Journal
Clintonese
Language
Never Again
The United Colors Of West L.A.
Rite Aid
Israel
Maturità
Men In Make Up
Future Parents
Encore

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Accedi