Fallujah – Recensione: The Flesh Prevails

Quando il Death Metal tecnico incontra la maestosità di atmosfere sinistre, quando il meticoloso arrangiamento incontra l’imprevedibile evoluzione di un percorso musicale, nasce “The Flesh Prevails”, secondo album dei Fallujah.

E’ sufficiente ascoltare l’opener “Starlit Path” per capire la cifra artistica dei nostri, atmosfere eteree e sognanti non lasciano immaginare cosa si scatenerà di lì a poco, ecco che prende forma un brano memorabile: ritmiche dinamiche con frequenti stop and go, drumming martellante, vocals cavernicole e sofferenti, un vortice di emozioni contrastanti. Atheist e Cynic iniziano a materializzarsi nella mente dei più attenti ascoltatori.

Il sound della band di San Francisco è decisamente personale e fuori tendenza, un bene per chi osa sperimentare diverse soluzioni, rispetto alla massa che si dedica a breakdown senza sosta; qui grazie alle atmosfere epiche che si spingono oltre il muro del suono, ma che sanno anche rallentare ed assestare colpi mortali, viene dipinta la sofferenza degna di un girone dantesco, come appare evidente in “Carved From Stone” (ascolta qui il brano).

Proseguendo con l’ascolto si evince quanto Scott Carstairs e Brian James alle chitarre abbiano da dire e mostrare: la produzione mastodontica di “The Flesh Prevails” non va ad amplificare l’ottimo songwriting dei due, destano particolare interesse le singole note tirate a lungo, con un sustain infinito, che si contrappongono al sottostante tappeto ritmico del drummer Andrew Baird, preciso nelle accelerazioni, ma anche fantasioso nelle parti atmosferiche, come nella title track “The Flesh Prevails”, pezzo migliore del lotto. In questo episodio è grandioso il lavoro svolto da ogni singolo musicista, sembra di arrampicarsi lungo pareti ripide, con la paura di non trovare appigli, ma con la piacevole scoperta che, ad ogni battuta, si viene avvolti da un crescendo immenso.

Il lato progressivo e jazzato della band si riflette  in brani come “Levitation” (ascolta qui il brano), “Sapphire” (ascolta qui il brano) e “Chemical Cave”: è un piacere per le orecchie lasciarsi trasportare da ogni singola nota, perchè qui ogni tocco di chitarra, ogni ritmo di batteria o giro di basso, sono al posto giusto e ci si rende conto che non poteva essere altrimenti.

La commistione di questi elementi rende “The Flesh Prevails” un lavoro di assoluto pregio, senza reinventare la ruota i Fallujah riescono a far combaciare egregiamente la ferale coesione di momenti vorticosi e violenti con passaggi fatti di laceranti riflessioni, impreziosendo il tutto con intarsi jass/fusion di assoluto valore. Gli amanti del Death Metal tecnico non posso non avere questa perla.

Voto recensore
8.5
Etichetta: Unique Leader Records

Anno: 2014

Tracklist:

01.Starlit Path
02. Carved From Stone
03. The Night Reveals
04. The Flesh Prevails
05. Levitation
06. Alone With You
07. Allure
08. Sapphire
09. Chemical Cave


Sito Web: https://www.facebook.com/fallujahofficial

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Accedi