Tag: Melodic Metal

Dynazty – Recensione: The Dark Delight

Prosegue la marcia solenne dei Dynazty nei piani alti del metal melodico: una materia che la band svedese interpreta da ormai dodici anni con grande senso della melodia e una magniloquenza capace di mettere in soggezione anche l’ascoltatore più audace. Una capacità di creare atmosfere che di per...

Serious Black – Recensioni: Suite 226

Suite 226 è il quarto album in studio dei Serious Black, band tedesco/americana alla cui formazione nel 2014 contribuì Roland Grapow (Helloween, Masterplan) e fronteggiata da Urban Breed, talentuoso cantante svedese che personalmente ho apprezzato sia a fianco dei suoi connazionali Bloodbound che con i bulgari Project Arcadia...

Sonata Artica – Recensione: Talviyö

Sul decimo e nuovo decimo album in studio dei decani del power metal Sonata Artica stanno piombando diverse critiche, più o meno sensate e costruttive. “Talviyö” (“notte d’inverno” in finlandese, scelto perché suonava bene ed era più particolare dell’uso dell’inglese) segue le tracce del precedente “The Ninth Hour”...

Vision Of Atlantis – Recensione: Wanderers

“Wanderers” rappresenta la sublimazione di quel genere che possiamo denominare “Symphonic Romantic Metal”. Il settimo album degli austriaci Vision of Atlantis arriva poco più di un anno dopo l’eccellente “The Deep & The Dark”, e ne rappresenta una prosecuzione più sognante e solare. Il tutto è ben rappresentato...

Soilwork – Recensione: Verkligheten

Dopo l’interlocutorio “The Ride Majestic” c’era estrema curiosità nel testare lo stato di forma dei Soilwork, band sulla quale il colosso Nuclear Blast sta investendo notevolmente in termini promozionali. “Verkligheten” significa “Realtà” in svedese, un’entità che i membri della band cercano, attraverso questo lavoro, di rifuggire per una...