Tag: Instrumental Progressive

Gosta Berlings Saga – Recensione: Et Ex

Praticamente sconosciuti dalle nostre parti (tranne che per gli addetti ai lavori più a contatto con l’underground) fino alla firma del contratto con Inside Out i Gösta Berlings Saga sono un entità a sè stante; gli svedesi infatti propongono in maniera spiccatamente “cinematografica” la propria visione di post...

Niō – Recensione: Niō

I Niō sono la nuova creatura nata dalle menti di Davide Tiso (Ephel Duath, Gospel Of The Witches) e Jef Pauly (New Dilpomat, Vela Eyes), rispettivamente alle chitarre e alla batteria, che hanno deciso di far vedere la luce a questi 5 pezzi, semplici e diretti, una fonte...

Aseptic White Age – Recensione: Reminiscence

Esordio per i modenesi Aseptic White Age, collettivo formato da Mike Pelillo e Marco Landi (chitarre), Carlo Alberto Vandelli (batteria), Nicolò Cavallaro (basso), Andrea Cantaroni (synth) e Matteo Valentini (sax) che decidono di autoprodursi questo “Reminiscence” registrato nei Kaze Studio di Mike e pubblicarlo su Memorial Records. Partenza...