Tag: Atmospheric Black Metal

Belenos – Recensione: Argoat

Album numero otto di Belenos, principale progetto solista di Loïc Cellier che, a differenza di Asyndess, ha avuto continuità nel tempo. Una chicca per gli amanti del black metal in chiavi minori con ritmiche veloci e catartiche, registrazioni dall’estetica indie lanciate da Burzum e le possenti ritmiche con blast-beat degli...

Finsterforst – Recensione: Zerfall

C’è chi si ferma all’immagine e chi va oltre. Più di una persona sarà stata probabilmente scoraggiata all’ascolto dei tedeschi Finsterforst (“foresta oscura” in tedesco), spesso raffigurati nelle foto promozionali con camici da minatori e sporchi di terra da capo a piedi (sì, l’abbiamo capito che ve la tirate...

Batushka – Recensione: Hospodi

Dio li fa… e poi li separa. Come una meteora venuta dallo spazio senza la coscienza di nessuno, i polacchi Batushka crearono un ciclone quando il loro debutto, “Litourgiya”, divenne uno degli album metal più acclamati degli anni 2010: i fan ne decantavano lo stile musicale, l’”aura maligna”...

Sojourner – Recensione: The Shadowed Road

L’etichetta nostrana Avantgarde Music licenzia “The Shadowed Road”, seconda prova sulla lunga distanza dei Sojourner, un progetto nato in Nuova Zelanda da un’idea della vocalist e chitarrista Chloe Bray e di Mike Lamb (chitarra, tastiere) e in seguito allargatosi a collettivo internazionale con l’ingresso di alcuni musicisti europei,...

Summoning – Recensione: With Doom We Come

Quando si è i fondatori di un sottogenere, o comunque i fautori di sonorità originalissime e peculiari, è normale ottenere un certo status e particolari attenzioni in occasione dell’uscita di ogni nuovo album. Rientrano a pieno diritto in questa categoria i Summoning, ideatori del cosiddetto fantasy black metal,...

Falaise – Recensione: My Endless Immensity

“My Endless Immensity” è il secondo album in studio dei Falaise, un two-piece perugino composto da Lorenzo Pompili (chitarra, basso) e Matteo Guarnello (voce, tastiere, batteria). I due musicisti propongono una visione matura ed evoluta del black metal che nelle intenzioni ricorda quel sound influenzato dallo shoegaze e...

Eoront – Recensione: Another Realm

Code666 licenzia “Another Realm”, secondo album in studio dei russi Eoront. La band è dedita a un black metal dai forti tratti atmosferici il cui panorama lirico di stampo metaforico trae spunto dalla natura e dalla storia di un immaginario universo creato dai nostri e chiamato appunto Eoront....

Dynfari – Recensione: The Four Doors Of The Mind

Gli islandesi Dynfari tornano sul mercato discografico con “The Four Doors Of The Mind”, un interessante concept album che analizza le capacità dell’uomo di fare fronte al dolore attraverso la musica, basato sui testi dello scrittore americano contemporaneo Patrick Rothfuss (l’autore della trilogia “Le Cronache Dell’Assassino Del Re”)...

Fen – Recensione: Winter

E’ intitolato semplicemente “Winter” il quinto studio album dei londinesi Fen, ad oggi una delle band più rappresentative di questo sound che coniuga un black metal atmosferico dai tratti crepuscolari e folcloristici alle sonorità del post rock. Un album che impone ben 75 minuti di musica, ma straordinariamente...