Recensione: Ya Know?

Voto
recensore

9

Voto
utenti

-

Recensione: Ya Know?

Joey Ramone

Track Listing

01.  Rock 'n Roll Is The Answer

02.  Going Nowhere Fast

03.  New York City

04.  Waiting For That Railroad

05.  I Couldn't Sleep

06.  What Did I Do To Deserve You?

07. Sevem Days Of Gloom

08. Eyes Of Green

09. Party Line

10. Merry Christmas (I Don't Want To Fight Tonight)

11.  21st Century Girl

12.  There's Got To Be More To Life

13.  Make Me Tremble

14.  Cabin Fever

15.  Life's A Gas

Vota questo album:

Undici anni fa una brutta malattia si portava via una delle voci più belle del panorama musicale, arricchendo il paradiso di rock star e svuotando la terra di un elemento fondamentale. Undici anni dopo Joey Ramone rivive attraverso la sua fedele compagna di vita: la musica. “Ya Know?”, secondo album postumo dopo il precedente “Don’t Worry About Me” di dieci anni fa, è una raccolta di inediti, remastering e b-side che ci mostrano un lato Joey Ramone ben diverso da quello presentatoci nei Ramones.

Ciò che colpisce è la diversità di generi e la versatilità di Joey che spazia dal punk anni’70/80, a ballad in stile quasi country a melodie dal forte carico emotivo. “Ya Know?” è la storia, la vera autobiografia di Joey Ramone, un’eredità musicale da conservare, preservare e diffondere.

“Rock ‘n Roll Is The Answer”, a cui spetta l’arduo compito di aprire l’album, rispecchia abbastanza in toto la chiave melodica e semplicistica che ha consacrato al più totale successo i Ramones. Pochi accordi, poche parole e un ritornello nostalgico, orecchiabile e non troppo pestato. Il ritmo, nemmeno troppo sostenuto e per nulla vario, cullano l’ascoltatore fino a condurlo, abbastanza inaspettatamente, ad un assolo old school ma che nella sua semplicità dà respiro alla melodia.

“New York City”, che consacra l’amore di Joey verso questa città, si avvale della preziosissima collaborazione di Little Steven, di cui basta citare solo il nome per aprire un universo musicale! Anche in questo caso il ritmo è abbastanza semplice, gli accordi statici e la cadenza cantilenante è orecchiabile. Un vero e proprio inno che potrebbe presto trovare diffusione come inno ufficiale di una qualunque squadra di New York!

“Waiting For That Railroad” è in assoluto il brano più bello dell’album e, almeno personalmente parlando, il brano meglio riuscito da Joey Ramone. Accompagnato al mandolino da Tommy Ramone, questa traccia mette in mostra l’aspetto più intimistico, melodico, romantico e malinconico di Joey Ramone. Probabilmente con la sua band non avrebbe mai potuto registrare una canzone simile ed è forse questo dettaglio che arricchisce il valore di questo brano che, ai fan più affiatati, potrà anche regalare qualche lacrima.

“I Couldn’t Sleep”, già presente come b-side, è un brano in perfetto stile rock ‘n roll in grado di far ballare un folto pubblico in una serata revival. Orecchiabile, piacevole e divertente, questa canzone riporta indietro ai tempi d’oro del rock, i tempi in cui non era una maledizione ma uno stile di vita e un divertimento. Tanta nostalgia, forse troppa, ma anche tanto entusiasmo per una melodia senza fine che resuscita nella voce di Joey.

Ma in questa lunga carrellata di inediti trovano spazio anche nuove registrazioni di brani già ben noti come “Merry Christmas (I Don’t Want To Fight Tonight)”, già presente all’interno di “Brain Drain” dell’89, e “Life’s A Gas”, inclusa in “¡Adios Amigos!” del ’95.

“21st Century Girl”, ormai quasi in chiusura dell’album, ospita Joan Jett, paladina del rock al femminile, e ci regala un brano rock n’ roll che definirei, se soltanto fosse uscito appena dopo la composizione, anticipatore di parecchie cose in ambito musicale.

In conclusione “Ya Know?” lo si può definire come il testamento, l’eredità vera e propria di Joey Ramone, che in 15 brani racchiude la sua essenza veramente distante dai Ramones e molto vicina, se pensiamo agli anni cui molto brani sono stati composti, ad un eclettismo musicale e ad una visione proiettata verso il futuro della musica. “Ya Know?” è un album assolutamente da avere e che rivela aspetti sconosciuti ed interessanti di una voce che non è stata solamente “la voce dei Ramones” ma molto, molto altro e scrivo questo sulle note di “Make Me Tremble”, la giusta colonna sonora per una riflessione su Joey Ramone.

Si ringrazia Davide Vinni per la fondamentale collaborazione.

Altro...

Lascia un commento

Login with Facebook:
Login