Wolfspring – Recensione: Wolfspring

Il debutto di questa nuova band nasce dall’idea del chitarrista e cantante francese JPO Louveton, già membro dei Nemo. Il concept, di durata particolarmente elevata, è composto da otto suite, attraversate da continui cambi di impostazione, tra atmosfere acustiche, intermezzi metallici e sinfonici, qualche richiamo agli anni ’70 ed al new progressive. Un album, dunque, che spiazza per il suo sperimentalismo, difficile o quasi impossibile da orecchiare. Nessuna canzone, nessuna struttura. Ma in questo vi è anche una discreta dose di dispersione, a discapito di alcune oasi di musicalità. L’essenza rarefatta del disco sbiadisce il pathos che, altrimenti, sarebbe stato percepibile dalla buona capacità di scrittura di Louveton.

Voto recensore
7
Etichetta: ProgRock Records

Anno: 2010

Tracklist: 01. The Haunting
02. 24 7
03. Carpathian Wolves
04. Train's Gone
05. Now Or Never
06. Mutation
07. Howling With The Banshee
08. Our New MediaEvil World

Sito Web: http://www.myspace.com/wolfspringband

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login