With Oden On Our Side

Voto
recensore

8

Voto
utenti

-

With Oden On Our Side

Amon Amarth

Track Listing

01. Valhall Awaits Me
02. Runes To My Memory
03. Asator
04. Hermod's Ride To Hel (Lokes Treachery Part 1)
05. Gods Of War Arise
06. With Oden On Our Side
07. Cry Of The Black Birds
08. Under The Northern Star
09. Prediction of Warfare

Vota questo album:

Sesto tassello in studio per gli Amon Amarth, band svedese di death viking metal che convince spesso moltissimo in sede live. Questo ‘With Oden On Our Side’ incorpora tutto lo spettro espressivo sino ad ora garantito dal gruppo più alcune inaspettate novità.

Innanzitutto veniamo colpiti dall’opener, la violenta ‘Valhall Awaits Me’, che pone sugli scudi la voce roca e possente di Johan Hegg, che in questo platter si pone alla prova con alcune variazioni poco consone al suo stile monotilico.

Ancor più veloce e dirompente è poi ‘Asator’, che riflette le influenze del tipico swedish death metal, da sempre fonte di primaria importanza nel songwiriting degli Amon Amarti; in questo pezzo poi Hegg canta con un’inconsueta violenza e il suo growl diventa cavernoso.

Rispetto a tanta cattiveria colpiscono episodi decisamente più melodici per lo standard dei nostri come ad esempio ‘Hermod’s Ride to Hel (Lokes Treachery Part 1)’ (grandiosi i fraseggi di chitarra di Soderberg e di Miikonen) e ancor di più ‘Under The Northern Star’, forse il brano più melodico mai composto dal gruppo, manifesto di viking che diverrà sicuramente un classico grazie agli interventi della coppia di chitarre.

Violenza e velocità si ritrovano invece in ‘Cry Of The Black Birds’, che pone in primo piano anche l’ottima linea ritmica composta dal batterista Fredrik Andersson e dal bassista Ted Lundstrom, decisamente precisi e terremotanti nel macinare il “tempo”.

Citiamo infine l’ottima ‘Gods Of War Arise’, pezzo cadenzato e molto epico, un vero inno, che dal vivo saprà scaldare le platee di tutto il mondo.

Indubbiamente ‘With Oden On Our Side’ rappresenta l’ottimo momento degli Amon Amarth e segna un passo in avanti rispetto al seppur ottimo ‘Fate Of Norns’.

Si consiglia in particolare di procurarsi la lussuosa versione limitata del platter che contiene un secondo CD con demo version di alcuni brani e track registrate dal vivo per un totale di ben sei canzoni aggiuntive!

Altro...

Lascia un commento

Login with Facebook:
Login