Dirge – Recensione: Wings Of Lead Over Dormant Seas

Estremamente debitori del sound dei Neurosis, i francesi Dirge si potrebbero considerare come uno degli acts di punta del panorma post-metal del futuro: nel loro misto di sludge e hardcore emergono lunghe sezioni strumentali lente ed oppressive, attorniate da atmosfere soffocanti e cosmiche. ‘Wings Of Lead Over Dormant Seas’ segue a distanza di tre anni dal precedente ‘And Shall The Sky Descend’, che aveva ripercorso i meandri di Cult Of Luna e primi Pelican ma che era risultato fin troppo pesante nel suo monumentale andamento.

Lo stile purtroppo non è pressoché mutato dal 2004 perché i Dirge si dilungano nei riffs colossali di chitarra, adottando soluzioni che spesso eccedono nell’insopportabile. Anche gli amanti dello sludge più tenebroso faticheranno ad accostarsi ad un’opera che poco ha a che spartire con i capolavori dei Neurosis. Gli effetti delle chitarre sono costanti e ipnotici, mentre la batteria tesse patterns soporiferi ed insostenibili.

Si consiglia pertanto agli appassionati di post-hardcore di affidarsi ad altre uscite più valide, perché i Dirge faticano ancora a trovare uno stile personale, che sappia unire una seppur minima sperimentazione alle forti influenze dei grandi Neurosis o primi Isis.

Voto recensore
6
Etichetta: Equilibre/Audioglobe

Anno: 2007

Tracklist: 01. Meridians
02. End, Infinite
03. Epicentre
04. Lotus Continent
05. Nulle Part

1 Comment Unisciti alla conversazione →


  1. lucio

    completamente in disaccordo con la recensione…secondo me invece sono validissimo e stannno facendo, dalla loro nascita ad adesso, meglio di tanti più blasonati artisti! atmosfere nerissime e divagazioni psichedeliche al loro massimo! forse uno dei migliori cd di sludge atmosferico questo “wings of lead…” del 2007 e fino ad adesso ineguagliato!

    Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login