Necromantix – Recensione: What Happens In Hell, Stays In Hell

Bella invenzione lo psychobilly. Un genere musicale divertente, disimpegnato, un trait d’union tra il punk meno coinvolto da un punto di vista sociale e il puro e semplice rock’n’roll. Parliamo del rock d’annata, molto anni’50 e con il fantasma di Elvis che aleggia attorno ad esso, quei brani tutti da ballare che ricordano gli episodi di Happy Days (di cui troviamo anche una gustosa citazione in “I Kissed A Ghoul”), le moto con a bordo bulli dal ciuffo pieno di brillantina e pupe con la chioma cotonata. A tutto questo aggiungiamo una forte componente da B-movie, un immaginario kitsch per sedersi attorno ad un falò ad ascoltare i racconti dello Zio Tibia. Tra zombie cannibali e amanti che tornano dall’aldilà con intenzioni non propriamente amichevoli, i veterani danesi Nekromantix, che sguazzano in questa allegra palude dal lontano 1989, presentano al pubblico il nuovo studio album “What Happens In Hell, Stays In Hell”. Un disco per l’appunto disimpegnato il loro, ma che pur non avanzando grosse pretese artistiche, coinvolge in tutta la sua durata. Sarà quel contrabbasso dannatamente vintage che tuona insieme a una graffiante chitarra dai tratti maideniani, sarà quel crooning piacione e intrigante, l’album scorre liscio come l’olio e senza il minimo intoppo, tra irresistibili refrain e canzoni immediate. Impossibile rimanere indifferenti all’ascolto della roboante e quasi punk “Nekrostatic Extasy”, del rock’n’roll gradasso di “Once We Were Lovers” e ancora dei tocchi bluesy di “Bela Lugosi’s Star”, dalle atmosfere nettamente più “dark”. Buon ascolto, buon divertimento e attenti che i pipistrelli non vi si infilino nelle braghe.

Voto recensore
7
Etichetta: Epitaph / Self

Anno: 2011

Tracklist:

01. Bats In My Pants
02. Nekrotastic Extasy
03. Sleepwalker With A Gun
04. Demonspeed
05. Crazy
06. What Happens In Hell, Stays In Hell
07. I Kissed A Ghoul
08. Once We Were Lovers
09. Chasing Ghosts
10. Love You Deadly
11. Bela Lugosi's Star
12. Monsterbait
13. Triskaedekaphobia


Sito Web: www.nekromantix.com/home.html

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login