Vader – Recensione: Welcome To The Morbid Reich

Quando si tratta di picchiare duro di certo i Vader non hanno molto da farsi insegnare. La formazione, ormai sempre più un progetto di Peter Wiwczarek a cui partecipano altri musicisti in veste di esecutori delle idee del mastermind, è da sempre un punto di riferimento per la scene death mondiale e un vero e proprio caposaldo del metal di estrazione polacca.

Difficile trovare nella vasta discografia della band dei momenti veramente mediocri, ma se pur con una media invidiabile i Vader non sempre hanno immesso sul mercato prodotti davvero eccellenti. Con questo “Welcome To The Morbid Reich” ci troviamo però al cospetto di un lavoro più che riuscito, che torna a sfruttare la meglio le caratteristiche del sound death metal classico e rinuncia in parte a quella immediatezza più thrashy che invece aveva caratterizzato “Necropolis”.

Ecco quindi che si torna ad ascoltare brani più cupi, veloci e complessi, con passaggi dissonanti, arrangiamenti dal gusto drammatico e assoli lancinanti. Una formula che riporta senza discussione al meglio della scena anni novanta del nostro amato old school death metal e che la band di Peter riesce a concretizzare in una sequenza di brani ottimi per presa emozionale e qualità esecutiva.

Inutile mettersi a fare distinguo, sin dall’accattivante intro “Ultima Thule” la band macina riff e cambi di tempo a profusione, con le vocals precise e scandite di Peter a far da oscuro narratore sopra trame musicali potenti, maligne e cariche di dinamismo ritmico.
Un’omogeneità che però non significa eccessiva ripetizione e che è caratteristica di un album che conquista nella sua interezza.

Un regalo che sarà più che gradito ai fan di sempre e che non fa altro che confermare (se mai ce ne fosse stato bisogno) i Vader come una band di prima fascia nel mondo del death metal.

Voto recensore
8
Etichetta: Nuclear Blast

Anno: 2011

Tracklist:

01. Ultima Thule
02. Return To The Morbid Reich
03. The Black Eye
04. Come And See My Sacrifice
05. Only Hell Knows
06. I Am Who Feasts Upon Your Soul
07. Don’t Rip The Beast’s Heart Out
08. I Had A Dream…
09. Lord Of Thorns
10. Decapitated Saints
11. They Are Coming
12. Black Velvet And Skulls Of Steel


Sito Web: http://www.vader.pl/

0 Commenti Lascia il tuo commento →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login