Excalion – Recensione: Waterlines

I finalndesi Excalion sono una melodic – power metal band tanto competente quanto prevedibile, probabilmente fin troppo per farsi largo nella scena. Nonostante la buona incisione e la discreta qualità dei brani ci troviamo di fatti a dover ascoltare una serie di standard compositivi che si rifanno sia al power melodico di matrice nordica (Nocturnal Rites dell’ultimo periodo), sia ad una certa tradizione heavy rock melodico dai cori pomposi e dai suoni pompati. Un lavoro svolto con competenza, come si diceva all’inizio, ma che non sortisce di certo un risultato entusiasmante. In parte ciò si deve ad una congenita faciloneria del genere, ma anche l’approccio del gruppo non ci convince in pieno, con un vocalist troppo urlatore e poco interprete che alla lunga risulta fuori contesto e con composizioni che si ammantano di una patina troppo fredda per emozionare davvero. Non fossero già usciti migliaia di dischi con le stesse caratteristiche si potrebbe anche passare sopra ai difetti e sottolineare solo le buone qualità di un prodotto comunque tutt’altro che scadente nella forma, ma siamo convinti che la scena metal classico abbia bisogno di band emergenti con una marcia in più per non ridursi ad una scadente ripetizione di concetti artistici già sviscerati da tempo. ‘Waterlines’ resta una discreta prova di una band minore, che rispetta tutti i canoni di maniera risultando però indistinguibile da mille altre. A chi dimostra interesse per prodotti del genere potranno comunque piacere…

Voto recensore
5
Etichetta: Limb Music Productions / Audioglobe

Anno: 2007

Tracklist: 01. Wingman
02. Life On Fire
03. Losing Time
04. Ivory Tower
05. I Failed You
06. Arriving As The Dark
07. Streams Of Madness
08. Delta Sunrise
09. Between The Lines
10. Soaking Ground
11. Yövartio

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login