Vicious Rumors – Recensione: Warball

Finalmente. Dopo la dolorosa scomparsa del grande Carl Albert, una delle migliori incarnazioni della voce abbinata al power-metal, la band americana non era riuscita più a ritrovare l’equilibrio giusto e a produrre lavori in studio anche solo accettabili. Ma con ‘Warball’ torna in formazione la base ritmica di un tempo e le cose ricominciano a girare; si può così tornare a parlare di Vicious Rumors senza abbassare la voce. Anche se il sempre più gettonato James Rivera non sarebbe stata una delle nostre preferenze, bisogna comunque sottolineare come l’integrazione nella line-up sia perfettamente riuscita e anche quando l’ombra degli Helstar (‘The Immortal’, ‘Wheels Of Madness’) condiziona la scelta delle linee melodiche l’amalgama funziona alla grande. I primi brani sono da antologia del power metal. ‘Sonic Rebellion’ e ‘Mr. Miracle’ possiedono tutte le caratteristiche che hanno reso celebre il genere: una ritmica palpitante e un muro sonoro impenetrabile, squarciato solo dalla potenza della vocals. ‘Dying Everyday’ riporta alla mente le power-ballad dei bei tempi, con il suo incedere monolitico e l’uso rafforzativo dei cori. Ottimamente riuscita e in parte sorprendete anche l’acustica ‘Windows Of A Memory’. Sempre ottime le chitarre (partecipa anche Brad Gillis con alcuni assoli), con parti soliste ispirate e riffing ben costruito e ricco di sfumature. Se non fosse per il netto calo di alcuni brani saremmo ancora più entusiasti, ma purtroppo titoli come ‘Oceans Of Rage’, ‘Crossthreaded’ e ‘Warball’ non vanno oltre un anonimato degno solo di un accettabile riempitivo. In ogni caso un centro quasi perfettamente riuscito, e una nuova partenza che ci riempie di speranza per il futuro di una grande band che pensavamo ormai perduta.

Voto recensore
7
Etichetta: Mascot / Edel

Anno: 2006

Tracklist: 01. Sonic Rebellion
02. Mr. Miracle
03. Dying Every Day
04. Immortal
05. Warball
06. Crossthreaded
07. The Wheels Of Madness
08. Windows Of Memories
09. Ghost Within
10. Dreams Of Rage

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login