Negative – Recensione: War of love

Dopo mesi dall’uscita in Scandinavia e dopo aver vinto numerosi premi lassù nel freddo nord arriva anche da noi questo ‘War of Love’, album di debutto dei finlandesi Negative, band ormai attiva dal lontano 1997. Hard rock “da classifica”, di quello che per intenderci fa tanto presa sulle ragazzine adolescenti, misto a qualche breve spruzzatina di glam, questo il contenuto delle undici tracce di un album che quaggiù in climi più temperati non appare di certo destinato a lasciare il segno. E’ difficile, se non impossibile, trovare anche una sola canzone da etichettare come brutta, dato che sono tutte più o meno orecchiabili, ma purtroppo manca quel qualcosa in più, quella scintilla che ti fa venire voglia di riascoltarlo ancora prima di arrivare all’ultima nota. In un album in cui si punta tanto sulle atmosfere più soft, i brani che più lasciano il segno sono quelli dove i Negative premono un minimo sull’acceleratore come nel caso di ‘Misery’ e ‘Inspiration’. Suonato bene e prodotto ancora meglio questo ‘War of Love’ soffre di un problema di fondo che ne stronca ogni possibilità di andare oltre al fare breccia nel cuore (e nelle orecchie) dell’ascoltatore casuale: la banalità. Le canzoni si appoggiano tutte su soluzioni troppo elementari e alla fine la sensazione è quella di trovarsi di fronte ad un piccolo compendio realizzato per spiegare ed illustrare l’ABC dell’hard rock. Se a questo andiamo ad aggiungere un cantante dotato di una bella voce, ma totalmente incapace di sfruttarla a dovere, il risultato è un album che va ben oltre la sufficienza, ma di cui tra pochi mesi nessuno si ricorderà più. Per un fan del genere potrebbe essere anche un acquisto da prendere in considerazione, per gli altri un ascolto preventivo è decisamente obbligatorio.

Voto recensore
6
Etichetta: GBFam / Edel

Anno: 2003

Tracklist: 1. Lost Soul
2. Naive
3.After All
4. Misery
5. The Moment Of Our Love
6. Inspiration
7. 1000 Nails In My Heart
8. Bleeding
9. Goodbye
10. Last Hero
11. Still Alive

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login