Apocalyptica – Recensione: Wagner Reloaded – Live in Leipzig

Diciassette anni di carriera e di successi non sembrano fermare né stancare gli Apocalyptica, che da sempre grazie alla loro musica orchestrale hanno conquistato centinaia, migliaia di fans in tutto il globo proprio grazie ad un genere musicale spesso e volentieri sottovalutato. Sette album dopo e svariati tour che nel corso degli anni hanno fatto guadagnare ai quattro musicisti finlandesi una bella notorietà, i nostri si destreggiano con un nuovo, ambizioso progetto ha permesso loro di cimentarsi nella materia che più gli compete. “Wagner Reloaded” è il titolo di quest’opera magna che racconta in musica la vita e le opere del grandissimo compositore tedesco, considerato tuttora colui che grazie alle proprie atmosfere solenni e cupe ha ispirato un genere tutt’altro che apprezzato: il metal.

Grazie alla partecipazione della MDR Leipzig Symphony Orchestra, un corpo di ballo formato da 100 ballerini, un coro e svariati cantanti, i quattro violoncellisti portano sul palco della Leipzig Arena un evento teatrale che si traduce poi in quello che è Wagner Reloaded, un progetto piuttosto atipico per una band del calibro degli Apocalyptica, che grazie all’accurata supervisione di Gregor Seyffert, coreografo e ballerino di fama mondiale hanno saputo deliziare e stupire ulteriormente sia gli amanti della musica classica, sia i fans di vecchia e nuova data.

I 14 brani che vanno a comporre questa perla discografica, scritti di proprio pugno da Eicca Toppinen come rivelato dallo stesso Paavo nella nostra intervista, raccontano la vita e le opere individuali del compositore teutonico. Il risultato è un prodotto targato Apocalyptica con chiare influenze Wagneriane, non una rivisitazione delle opere di Wagner stesso come molti ritengono. Un cast d’eccezione, un’opera imponente, un progetto magnifico quasi gettato alle ortiche per la mancanza di un supporto visivo. Ben venga per chi ha potuto assistere dal vivo a tanta magnificenza, ma chi non ha avuto tale fortuna difficilmente si accontenterà di ascoltare questo album. Nonostante la mancanza del materiale video, questo è un progetto veramente impegnativo e di classe, che ha richiesto fatica ma che ha portato ottimi risultati. Sono in pochi oggi giorno a sapersi destreggiare così abilmente in certi ambiti (in primis monsieur Morricone e mr Holopainen) e gli Apocalyptica hanno dato eccellente prova del loro già indiscutibile talento.

Voto recensore
8
Etichetta: BMG Rights

Anno: 2013

Tracklist:

01. Signal
02. Genesis
03. Fight Against Monsters
04. Stormy Wagner
05. Flying Dutchmann
06. Lullaby
07. Bubbles
08. Path In Life
09. Creation Of Notes
10. Running Love
11. Birth Pain
12. Ludgwig - Wonderland
13. Ludwig - Requiem
14. Destruction


Sito Web: http://www.apocalyptica.com

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login