Voidhanger – Recensione: Dark Days Of The Soul

“Dark Days Of The Soul” è il terzo album in studio dei polacchi Voidhanger, band fondata nel 2010 da Konrad “Priest” Wiśniewski, drummer dei blacksters Massemord. Sono della partita anche Zyklon (chitarra e basso) e Warcrimer (voce), entrambi nelle file dei connazionali Infernal War.

Basta dare uno sguardo alla copertina retrò per capire come i Voidhanger non si siano spostati di una virgola dal loro stile consueto, ovvero un black/speed/thrash caustico e violento che molto deve ai giganti degli anni’80 e ’90: primi Celtic Frost, Hellhammer, Aura Noir, Desaster, Bathory, Venom e via dicendo, con quel tocco di sporco rock’n’roll a tributare in alcuni punti i mai troppo compianti Motörhead.

“Dark Days Of The The Soul” è dunque un album che risponde in pieno ai crisimi di un certo panorama musicale e i nostri Voidhanger altro non sono se non dei bravi continuatori. Tuttavia, la potenza e la malignità che trasuda dai solchi del disco, riescono sempre a coinvolgere e ad annichilire l’ascoltatore con pezzi che lasciano senza un attimo di respiro.

La titltetrack dà inizio alle danze macabre con una velocità sorprendente, cascate di riff, una sezione ritmica lanciata come un treno in corsa e uno screaming al vetriolo. La tecnica esecutiva è ottima e il brano ci farà scapocciare grazie a una melodia portante davvero efficace. E nulla di più offrirà il resto dell’album, dove possiamo registrare soltanto lo sporadico utilizzo di rallentamenti funerei (particolarmente indovinati in “Naprzód Donikąd!”) e qualche leggero accenno slayeriano in “War Is Certain, Peace Is Not”, un altro ottimo esempio di genere.

Nei suoi 33 minuti di pura furia, “Dark Days Of The Soul” è un ascolto consigliabile alla nicchia di pubblico legata a queste sonorità d’antan, senza nessuna pretesa di originalità o inventiva.

Voto recensore
6,5
Etichetta: Agonia Records

Anno: 2018

Tracklist: 01. Dark Days Of The Soul 02. Death Wish 03. Naprzód Donikąd! 04. High On Hate 05. Man Of Dark Secrets 06. The Void Is Where The Heart Is 07. War Is Certain, Peace Is Not 08. Hailing The Devil In Me
Sito Web: https://www.facebook.com/voidhangerofficial

andrea.sacchi

view all posts

Poser di professione, è in realtà un darkettone che nel tempo libero ascolta black metal, doom e gothic, i generi che recensisce su Metallus. Non essendo molto trve, adora ballare la new wave e andare al mare. Ha un debole per la piadina crudo e squacquerone, è rimasto fermo ai 16-bit e preferisce di gran lunga il vinile al digitale.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login