Schattenkinder – Recensione: Vision Of Nightfall

"Heavenly Voices": definizione quantomai vaga ed astratta, ma che si associa generalmente ad una proposta dove è la voce femminile a farla da padrone, guidando le composizioni ed essendone tratto distintivo. Esattamente quello che manca in questo ‘Vision Of Nightfall’ degli Schattenkinder: il quintetto, che schiera non una ma ben due voci, si diletta in composizioni che flirtano con elettronica, ambient ed atmosfere goticheggianti, ma facendolo in maniera pressappochistica e a tratti imbarazzante.

Di fronte a stereotipi abusati e ad una durata pesantemente spropositata, il disco si trascina stancamente, penalizzato sin dal principio da una scelta di voci femminilli non proprio all’altezza e da sporadici quanto evitabili interventi maschili, rendendo impresa ardua trovare qualcosa di positivo.

Si salvano giusto ogni tanto l’uso pregevole del violino ed alcuni spunti all’interno dei brani, ma di sicuro non bastano questi pochi sprazzi di qualità per invogliare all’ascolto, e ancor di più all’acquisto: potete sicuramente trovare di meglio in giro.

Voto recensore
4
Etichetta: Dark Wings/Audioglobe

Anno: 2004

Tracklist: 01.Vision Of Nightfall
02.Vanished
03.Mondnacht
04.The Moon, The Stars & The Autumn
05.Sin
06.Vernal Night
07.Seirene
08.Unser Traum
09.Withering Flowers
10.Song Of Despair
11.On The Way With You
12.Claire De Lune
13.Mein Mut Ist Mit Wetruebel Gar

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login