Virgin Steele – Recensione: The House Of Atreus – Act I & Act II (Reissue)

Era la fine degli anni ‘90 quando i Virgin Steele si lanciarono nella proverbiale impresa più unica che rara: tradurre in musica l’Orestea di Eschilo, fondamentale dramma della tragedia greca. Quando di mezzo c’è la band newyorkese di quei tempi, da capolavoro non può che nascere capolavoro. Ecco allora che tra il 1999 e il 2000 videro la luce l’album “The House Of Atreus – Act I” e il doppio album “The House Of Atreus – Act II”. I tre dischetti ottici non solo emanavano (e tuttora emanano) un flusso sonoro epico, coinvolgente, sofisticato, colto e curatissimo: erano anche infarciti di una miriade di appassionanti pezzi heavy metal, che possedevano tutto l’appeal di certi successi hard rock radiofonici o delle più trascinanti canzoni che non fanno prigionieri ai festival open air. Un’impresa, insomma, che riesce solo ai più grandi.

Dopo una doverosa introduzione all’opera, in questa sede dobbiamo però rendervi conto della presente riedizione ad opera della Steamhammer/SPV. Vi diciamo quindi subito che tale reissue non offre nessuna traccia inedita, live o rara e nemmeno un succulento DVD bonus: si tratta né più né meno che dei tre dischi originali, qui riuniti in un’unica confezione Digipak. L’unica novità è rappresentata dal fatto che in coda al CD3 (ai tempi il CD2 di “The House of Atreus Act II”) sono stati aggiunti i brani dell’allora EP interlocutorio “Magick Fire Music”. Detto questo, David DeFeis commenta l’uscita senza citare alcuna rimasterizzazione od operazione svolta sui suoni (cosa di cui tra l’altro album non avrebbe avuto bisogno), e a noi infatti pare proprio di non sentire alcuna differenza rispetto all’originale.

Non possiamo non concludere affermando che chi all’epoca non fece proprio il presente capolavoro farebbe bene ad approfittare di questa completa ristampa. Chi invece già possiede gli album rilasciati tra il 1999 e il 2000 difficilmente vi troverà motivo d’interesse: “The House Of Atreus – Act I & Act II” datato 2016 è un’uscita puramente formale.

Virgin Steele -The House Of Atreus Act 1+2

Etichetta: Steamhammer/SPV

Anno: 2016

Tracklist: CD 1 01. Kingdom of the Fearless (The Destruction of Troy) 02. Blaze of Victory (The Watchman’s Song) 03. Through the Ring of Fire 04. Prelude in A Minor (The Voyage Home) 05. Death Darkly Closed Their Eyes (The Messenger’s Song) 06. In Triumph or Tragedy 07. Return of the King 08. Flames of the Black Star (The Arrows of Herakles) 09. Narcissus 10. And Hecate Smiled 11. A Song of Prophecy 12. Child of Desolation 13. G Minor Invention (Descent Into Death’s Twilight Kingdom) 14. Day of Wrath 15. Great Sword of Flame 16. The Gift of Tantalos 17. Iphigenia in Hades 18. The Fire God 19. Garden of Lamentation 20. Agony and Shame 21. Gate of Kings 22. Via Sacra CD 2 01. Wings of Vengeance 02. Hymn to the Gods of Night 03. Fire of Ecstasy 04. The Oracle of Apollo 05. The Voice as Weapon 06. Moira 07. Nemesis (instrumental) 08. The Wine of Violence 09. A Token of My Hatred 10. Summoning the Powers CD 3 01. Flames of Thy Power (From Blood They Rise) 02. Arms of Mercury 03. By the Gods 04. Areopagos (instrumental) 05. The Judgement of the Son 06. Hammer the Winds 07. Guilt or Innocence (instrumental) 08. The Fields of Asphodel 09. When the Legends Die 10. Anemone (Withered Hopes… Forsaken) 11. The Waters of Acheron (instrumental) 12. Fantasy and Fugue in D Minor (The Death of Orestes) (instrumental) 13. Resurrection Day (The Finale) 14. Gate of Kings (Acoustic Version) 15. Agamemnon’s Last Hour 16. Great Sword of Flame (Alternate Version) 17. Prometheus the Fallen One (Re-mix) 18. Flames of Thy Power (From Blood They Rise) (Alternate Mix) 19. Wings of Vengeance (Alternate Mix)
Sito Web: http://www.virgin-steele.com

matteo.roversi

view all posts

Nerd e metallaro, mi piace la buona musica a 360 gradi e sono un giramondo per concerti (ma non solo per questi). Oltre al metal, le mie passioni sono il cinema e la letteratura fantasy e horror, i fumetti e i giochi di ruolo. Lavorerei anche nel marketing… ma questa è un’altra storia!

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login