Manegarm – Recensione: Vargaresa

In attesa di ascoltare il nuovo quarto album dei black-viking svedesi Manegarm (il cui titolo dovrebbe essere ‘Vredens Tid’) il gruppo ha pensato bene di stampare in questo CD le due demo ‘Vargaresa’ (1996) e ‘Ur Nattvindar’ (1997). I lavori presentati consentono di ascoltare alcuni pezzi inediti non ripresi poi negli album. Il booklet del CD è interessante in quanto ripropone gli artwork dei due lavori raccolti, ma ha la pecca di non riportare i testi delle canzoni. Per quanto riguarda i demo presi in considerazione dimostrano come i Manegarm, fra le band viking, siano forse una delle più estreme. ‘Vargaresa’ propone tre brani diretti e d’impatto, decisamente black, dove accenni d’atmosfere epiche ce ne sono ben poche, più un quarto brano, ‘Nattens Hjungfru’, che invece è permeato di cori altisonanti interrotti da accelerazioni decisamente potenti. Il secondo demo, ‘Ur Nattvindar’, è decisamente più interessante ed inizia con un intro strumentale e d’atmosfera. Il primo brano, ‘Daughters Of Eve’, alterna momenti di ferale ferocia a parti melodiche in cui fanno si ricama un ampio spazio il violino. Con la successiva ‘Ett Gammelt Troll’ il gruppo ci spara un altro pezzo tiratissimo ed estremo, che conserva comunque la giusta dose di melodia malsana. ‘Det Sargade Landet’, che troviamo anche nel debut CD ‘Nordstjarnans Tidsalder’ (1998), la song successiva, si mantiene su un mid tempo dominato da una linea ritmica rocciosa e parti di strumenti acustici nonché cori femminili che sottolineano le atmosfere epiche del brano. In conclusione possiamo affermare che ‘Vargaresa’ è un discreto CD di viking-black ed è consigliato soprattutto agli amanti del genere ed ai fan della band.

Voto recensore
6
Etichetta: Displeaced / Masterpiece

Anno: 2004

Tracklist: 01. Vargaresa
02. Hymn Till Vinternatt
03. Blod Pa Min Klinga
04. Nattens Jungfru
05.Intro
06. Daughters Of Eve
07. Ett Gammelt Troll
08. Det Sargade Landet
09. Ur Nattvindar

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login