Vandor – Recensione: On A Moonlit Night

In the land of Vandor, il disco di esordio di questo gruppo svedese, aveva riscosso un discreto successo, grazie ad una varietà e ad una freschezza notevoli per un primo album che si era distinto da altre uscite dello stesso tipo.

Con il secondo album i Vandor sono riusciti a confermarsi o addirittura a migliorare quanto fatto in precedenza? La risposta è: purtroppo non del tutto; e dire che l’inizio, formato dall’intro e da “Mountains of Avagale”, a parte la voce di Vide Bjerd che nei primi versi sembra quasi titubante, è molto promettente proponendoci un power classico con intermezzi progressive.  

Le prime crepe si hanno con River of Life, che malgrado qualche momento interessante risulta un po’ pasticciata, in alcuni momenti si ha quasi l’impressione di sentire due canzoni sovrapposte. La seguente Endless Sea” è decisamente più interessante e la band riesce a gestire meglio i cambi di velocità e approccio, da sottolineare, in questo caso, la prova alla voce maiuscola.

Ora abbiamo la prima vera delusione, “Future to Behold”, seppur inizialmente colpisca dritto al cuore, pur aumentando di intensità non riesce mai a decollare realmente e arrivati all’ottimo assolo, l’emozionalità iniziale si è dissolta e non riesce a riprendersi per la parte finale della canzone. Veniamo accompagnati al pezzo forte dell’album da “Fate of Eltoria” la canzone con sonorità più tipicamente epic power di tutto l’album.

“The Sword to End All Wars” è una canzone che dura più di 17 minuti con alti e bassi, le idee sono buone, come la parte centrale o gli inserti progressive, ma spesso si propagano per una durata eccessiva rendendo il pezzo noioso. Chiaramente un pezzo così importante e impegnativo all’interno di un album fa da ago della bilancia e da qui l’idea di una mezza delusione su quest’opera.

Spariamo gli ultimi colpi con la piatta “On a Moonlit Night” per poi chiudere l’album con l’ottima “Enter Twilight” già uscita come singolo nel corso di quest’anno.

Dando un parere, pur essendo entrambi buoni album, l’esordio seppur decisamente più semplice e meno pretenzioso è preferibile a questo disco.

Etichetta: Scarlet Records

Anno: 2021

Tracklist: 01. ...Darkness Looms 02. Mountains of Avagale 03. River of Life 04. Endless Sea 05. Future to Behold 06. Fate of Eltoria 07. The Sword to End All Wars 08. On a Moonlit Night 09 Enter Twilight (Bonus Track)
Sito Web: https://www.facebook.com/vandorband/

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login