Payback – Recensione: Usque Ad Finem

Fino alla fine. E’ un monito che ben rappresenta lo spirito dei Payback, storica band hardocre capitolina ritornata in pista dopo qualche anno di asssenza.

Li avevamo lasciati con “Kings Of Nothing”, un lavoro che ha segnato una netta linea di demarcazione tra loro e la maggior parte di band in circolazione, decretando i Payback tra i migliori esponenti dell’hardcore mondiale. “Usque Ad Finem” nè conferma l’attitudine e la capacità dei nostri di saper elevare il genere, grazie ad un talento compositivo/tecnico che fa la differenza. La formazione a sei elementi, con due voci a sostenere il canto ed i cori, influisce sulla scelta stilistica e sull’unicità della proposta.

“Usque Ad Finem” riprende le sonorità del lavoro precedente, proponendo un ulteriore progresso stilistico, in quanto la struttura dei brani (non tutti) è più affine al rifframa del mondo metal (più o meno estremo). Questa scelta dona molta dinamicità e più varianti ritmiche, per il resto i Playback suonano sempre hardcore con rabbia e la consueta cattiveria che li contraddistingue. I testi sono zeppi di storie crude, di chi vive la strada quotidianamente e combatte per sopravvivere: “no job, no hope, no security, this is the way we have to live”, è un breve estratto da un brano di denuncia sociale come “Italian Style”.

I Payback riescono a sprigionare tanta di quella energia che sarebbero in grado di sgretolare anche i sassi. “Usque Ad Finem” raccogliere dodici brani di rara forza, tra l’alto supportati da una produzione pazzesca, che faranno del nuovo album un punto di riferimento per la scena hardcore italiana ma non solo.

Fuoco a raffica

Voto recensore
8,5
Etichetta: Indelirium Records

Anno: 2011

Tracklist:

01. Intro
02. Nothing To Lose
03. Die Hard
04. Blown Away
05. No Turning Back
06. Italian Style
07. Redemption
08. Freeblood
09. Sick & Tired
10. Friday Night
11. Support Your Local Recordstore
12. Scarred For Life 2011


Sito Web: http://www.myspace.com/paybackhc

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login