Unruly Child – Recensione: Big Blue World

Fortuna vuole che gli Unruly Child abbiano deciso di non prendersi grandi pause tra un album e l’altro, e complice anche il successo riscosso al Frontiers Rock Festival del 2018, abbiamo oggi l’onore e l’immenso piacere di poter assaporare il nuovissimo “Big Blue World”, un disco di dieci canzoni dieci, concepito come “una volta”, grazie alla raffinata penna compositiva di Guy Allison e Bruce Gowdy, ed alla voce eterna ed incantevole di Marcie Free.

 

 

Il consolidato quintetto statunitense ci regala l’ennesima collezione di perle che parlano la lingua del melodic rock raffinato, intenso e sempre fresco e di “buon gusto”, una ricetta che pochi esponenti del genere sanno riprodurre con tanta efficacia, aggiungendoci un leggero tocco di malinconia quasi “autunnale” che si rispecchia anche nel titolo ed in ballate magistrali come la gemma acustica di “Breaking The Chains” ed il pianoforte liquido di “Beneath A Steady Rain”, dove una atmosfera drammatica e romantica viene esaltata all’estremo dal pathos delle linee vocali di una Marcie semplicemente perfetta, aiutata da cori emozionali ed una prestazione di gruppo esemplare.

 

 

Potremmo continuare a citare canzoni splendide come l’opener iniziale “Living in Somewhere Else’s Dream” oppure le intuizioni melodiche di “The Hard Way”, o le cadenze hardeggianti della robusta “Down and Dirty”. Ogni elemento del disco è significativo e degno di essere ascoltato e goduto con attenzione, e pone “Big Blue World” come uno dei picchi della discografia degli Unruly Child, di poco inferiore al mitico e omonimo esordio del 1992. Buon ascolto a tutti!

 

Etichetta: Frontiers Records

Anno: 2019

Tracklist: 01.Living In Someone Else’s Dream 02.All Over The World 03.Dirty Little Girl 04Breaking The Chains 05.Are These Words Enough 06.Will We Give Up Today 07.Beneath A Steady Rain 08.The Harder They Will Fall 09.Down And Dirty 10.The Hard Way
Sito Web: http://www.unrulychild.net/

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login