Krabathor – Recensione: Unfortunately Dead

Tornano i Krabathor che, dopo svariati problemi di line-up, hanno assemblato un come-back di buona fattura, "guerriero" e sulfureo quanto basta per accontentare i fan del death classico nella scia di Morbid Angel e Deicide, ma anche capace di spunti meno canonici. Rilevante e convincente l’ossessività terribile di un pezzo come ‘Mirror Of Your Steps’, così come positiva è la scelta tutto sommato frequente di ricorrere ad un riffing molto impastato e poco decifrabile, che unito a parti ritmiche spiccatamente tribali risulta in un effetto originale per lo stretto ambito death di cui stiamo parlando. La progressività finale di ‘Death Through The Centuries’ tende a frammentarsi un po’, ma sfoggia parti epiche comunque interessanti.

Voto recensore
7
Etichetta: System Shock / Audioglobe

Anno: 2000

Tracklist: They Are Unfortunately Dead
The Eagles You Can Have
Mirror Of Your Steps
Different Hate
Surviving On Arrogance
To Be Unknown
Living On The Threat Of One Finger
The Evil Men Can Do
Death Through The Centuries

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login