Two Of A Kind – Recensione: Two Of A Kind

Nati dall’incontro dei fratelli Hendrix (già nell’ottima pomp rock band Terra Nova) con le vocalist Esther Brouns e Anita Craenmehr, i Two Of A kind rappresentano una realtà piuttosto originale, che non mancherà di colpire chi è alla ricerca di pomp rock di qualità, con in più una dose rilevante di appeal commerciale rubato alle Heart degli anni Ottanta. Un gusto melodico davvero notevole, quello messo in campo dalla band, completata per la relizzazione di quest’album dagli altri membri dei Terra Nova. E’ proprio la combinazione delle due voci femminili a costituire la carta vincente di un lavoro decisamente convincente, che fa sperare non si tratti di un episodio isolato.

Dopo un tris iniziale quasi celestiale nella progressione delle voci verso il cielo, arriva il primo colpo preso a prestito dalle sorelle Wilson: introdotta dal basso pulsante di Fred Hendrix, ‘Give Me A Reason’ rimane subito in testa con la sua delicatezza pop. Di nuovo il fantasma delle Heart a serpeggiare nella ballad ‘Into The Fire’, che poi si sviluppa in un turbinante gioco acustico, in maniera speculare a ‘Crazy On You’. Un piccolo capolavoro. La successiva ‘In Your Arms’ è un’altra ballad, che però…rimane ballad, con gran gusto e un richiamo fortissimo sempre a Ann Wilson. Ma allora si tratta di plagio? No, perché i ‘Two Of A Kind mostrano grande personalità, e soprattutto perché non si può plagiare l’abilità di scrivere pezzi efficaci come questo e tanti altri presenti nell’album.

Un grande debutto – e speriamo che di debutto si tratti, e non di progetto destinato ad esaurirsi con questo outing di grande musica ed emozione. Consigliatissimo a fan di pomp rock e AOR.

Voto recensore
8
Etichetta: Frontiers

Anno: 2007

Tracklist: 01. Light In The Dark
02. The Longest Night
03. Little By Little
04. Give Me A Reason
05. Heaven Can Wait
06. Unbearable
07. Into The Fire
08. In Your Arms
09. Whole Again
10. To The Top
11. I Die A Little More Everyday

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login