Concrete Block – Recensione: Twilight Of The Gods

Dopo alcuni anni di travagliate peripezie, dovute a cambi di line up, tornano sulla scena i torinesi Concrete Block, band fautrice di un roccioso Hardcore/Death made in Italy ed attiva sin dal 2007.

L’Extended Play in questione ha la durata di trentacinque minuti, decisamente elevata per un prodotto di questo genere, ma risulta comunque abbastanza fruibile; certo è che un sforbiciata ad alcune tracce oltre i quattro minuti avrebbe reso, senza ombra di dubbio, tutto il lavoro più snello e dinamico, eliminando intere battute costituite da riff ripetuti più e più volte senza il supporto della voce, come in “Kill Me If You Love Me”, evidente riferimento a soluzioni sludge oriented.

Musicalmente i Nostri danno libero sfogo come già detto ad una miscela di HC con influenze Death, riscontrabili soprattutto nei mid tempos che si alternano a ritmiche più sostenute e che rappresentano la vera ossatura del loro songwriting. E’ in questi frangenti che non di rado sopraggiunge una certa somiglianza tra le varie tracce, portando inevitabilmente a cali di tensione, come ad esempio “The Good Fight” , mentre in brani come “Die Alone”, “Trust No One” e “Cunt” è evidente una marcia in più. Purtroppo il rendimento è altalenante, ma lascia comunque intravedere delle buone idee che meritano di essere sviluppate ulteriormente.

Voto recensore
5.5
Etichetta: F.O.A.D. Records

Anno: 2013

Tracklist:

01. Through the bars

02. Death is the only law

03. Kill me if you love me

04. The good fight

05. Die alone

06. Trust no one

07. Cunt

08. Armageddon


Sito Web: http://www.concreteblockhc.com

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login