Trick Or Treat – Recensione: The Legend Of The XII Saints

Si ride e si scherza con i Trick Or Treat, che intanto in 18 anni di carriera sono diventati, da un brillante tributo agli Helloween, la migliore power metal band italiana, e sicuramente non hanno nulla da invidiare a nessuna big band nemmeno in ambito internazionale. Certo, avere nelle proprie fila un fuoriclasse come Alessandro Conti alla voce è un bonus niente male, ma questo elemento è appoggiato da una compattezza e maturità esecutiva e compositiva ormai di livello stellare.

Oltre a questo, la band si vuole distinguere scegliendo tematiche sicuramente inedite per i testi, ed un approccio decisamente originale, basterebbe pensare a “Re-Animated” del 2018, una raccolta di brani estrapolati dalle sigle dei cartoni animati degli anni 80 e 90, con diversi ospiti della scena italica e non. Un disco riuscitissimo e ascoltatissimo, che i Trick Or Treat hanno anche deciso di finanziarsi con il supporto dei fans attraverso Musicraiser, ottenendo libertà totale e un riscontro economico di tutto rispetto.

Fa specie certo, vedere un gruppo simile senza contratto discografico, ma anche con questo nuovo e sesto album in studio, la band ha fatto ricorso al crowdfunding, con una formula totalmente nuova, facendo uscire un pezzo del disco ogni mese, spalmando quindi le varie uscite in un anno intero, ed ora pubblicando il lavoro integrale per la gioia dei completisti. Questo metodo originale in realtà è motivato dal tema del loro concept album, un’opera liberamente ispirata ai Cavalieri dello Zodiaco, la serie di anime e manga creata nel 1985 da Masami Kurumada. Dodici canzoni per i dodici leggendari cavalieri, una per ogni segno zodiacale: ogni traccia rappresenta una monografia dei personaggi e dell’avvincente trama che li lega alla figura della dea Athena.

Molti ricorderanno quel cartone animato epico e pomposo, che qui la band cerca di musicale usando tutti i mezzi a sua disposizione. Ogni Cavaliere ha la sua particolarità scritta nelle Stelle, e nei Segni dello Zodiaco, e quindi il suo stile musicale ed atmosferico adeguato. Non solo power metal ma anche orchestrazioni ben dosate, sonorità più heavy e cadenzate, uno spruzzo di hard rock melodico, e soprattutto tanta “truzzosità epica”, bella e sfacciata, esattamente quello di cui questa storia aveva bisogno.

A partire dall’intro cinematico “Ave Athena” fino all’epilogo acustico e corale di “Last Hour (The Redemption)”, “The Legend Of The XII Saints” si pone come una “colonna sonora” coraggiosa ed evocativa, e soprattutto un memorabile trattato di power metal “contaminato”, che non possiede difetti né tentennamenti. Un altro colpo andato liscio, un ennesimo disco da ricordare. La costellazione dei Trick Or Treat brilla di splendida luce propria, nel cielo metallico che ci sovrasta.

Etichetta: Autoproduzione

Anno: 2019/2020

Tracklist: 1. Ave Athena (intro) 2. ARIES Stardust Revolution 3. TAURUS Great Horn 4. GEMINI Another Dimension (con Yannis Papadopoulos dei Beast in Black alla voce) 5. CANCER Underworld Wave 6. LEO Lightning Plasma 7. VIRGO Tenbu Horin 8. LIBRA One Hundred Dragon Force 9. SCORPIO Scarlet Needle 10. SAGITTER Golden Arrow 11. CAPRICORN Excalibur 12. AQUARIUS Diamond Dust 13. PISCES Bloody Rose 14. Last Hour (The Redemption)
Sito Web: https://www.facebook.com/trickortreatband/

Antonino Blesi

view all posts

Ascolta metal dal 1983, ha 46 anni e non vuole certo smettere. La passione vince su tutto, e sarà anche scontato, ma la buona musica non morirà mai, finchè qualcuno continuerà a parlarne ed a canticchiare un vecchio refrain....

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login