Iced Earth – Recensione: Tribute To The Gods

Eccoci ad una di quelle operazioni che onestamente sembrano architettate a tavolino per spillare qualche quattrino. Questo ‘Tribute To The Gods’ è una raccolta di undici track di band famosissime che gli americani Iced earth reinterpretano con il proprio stile. Che senso può avere un’operazione del genere? Onestamente invito l’acquisto di questa “presa in giro” solo ai fan sfegatati del gruppo (per dovere di completezza nella propria collezione); agli altri consiglio di procurarsi gli album degli interpreti originali delle canzoni presentate. Personalmente sono rimasto abbastanza colpito da ‘Creatures Of The Night’ dei Kiss (un’intereptazione molto potente), ‘Burnin’ For You’ dei Blue Oyster Cult e ‘God Of Thunder’ ancora dei Kiss. Per il resto non posso non sottolineare come la voce noiosa e “schiacciata” di Matthew Barlow si riveli una vera rovina nell’interpretare brani di Judas Priest (‘Screaming For Vengeance’), così come imbarazzante è la cover di ‘Hallowed Be Thy Name’ degli Iron Maiden, o le rovinose versioni dei brani degli AC/DC. Insomma… quest’album è una schifezza. Evitatelo.

Voto recensore
1
Etichetta: Century Media / Self

Anno: 2002

Tracklist: Creatures Of The Night (KISS) / The Number Of The Beast (IRON MAIDEN) / Highway To Hell (AC/DC) / Burnin' For You (BLUE ÖYSTER CULT) / God Of Thunder (KISS) / Screaming For Vengeance (JUDAS PRIEST) / Dead Babies (ALICE COOPER) / Cities On Flame (BLUE ÖYSTER CULT) / It's A Long Way To The Top (AC/DC) / Black Sabbath (BLACK SABBATH) / Hallowed Be Thy Name (IRON MAIDEN)

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login