Tribulation – Recensione: Melancholia EP

Gli svedesi Tribulation sono una delle band che più ha saputo evolversi negli ultimi anni, trovando soluzioni alternative e personali a schemi compositivi che nel metal risultano stagnanti da molto tempo, senza per questo perdere la spontaneità e l’immediatezza che rendono in qualche modo la nostra musica così eccitante.

Il loro si può definire un avantgarde-death metal suonato più con la pancia che con la testa, anche se probabilmente è proprio grazie s quest’ultima che la band ha raggiunto un risultato tanto eclatante. A questo punto vi chiederete il perché di un voto così scadente in calce alla recensione…

Bene, la discrepanza sta nel fatto che non si tratta di un voto alla qualità della band, ma all’opportunità di arricchire in modo artificioso la loro discografia con un EP che, anche armati delle migliori intenzioni, non viene da definire diversamente che superfluo.

Sette tracce e neanche un inedito crediamo infatti che se non è un nuovo record, poco ci manca. Si parte con tre versioni dello splendido brano “Melancholia”, con però il primo remix troppo simile all’originale per essere utile e il secondo così distante da snaturarne il senso (almeno per noi).

Segue una cover di un brano molto anomalo dei The Offspring, “Pay The Man”, anche questo però non un completo inedito, in quanti già presente sul singolo di cover “Waiting For The Death Blow”. Il brano non suona nemmeno troppo dissimile dall’originale, se non per il trattamento più dark perseguito dai Tribulation. Nulla di imperdibile a nostro giudizio.

Così come non ci entusiasmano le tre tracce demo incluse a fine scaletta. Poco interessanti anche in ottica filologica, visto che si tratta di tre brani inclusi nell’ultimo lavoro “The Children Of The Night” che, come prevedibile, suonano un po’ più grezze delle versioni note, ma comunque molto molto simili.

Uscita ridondante e del tutto evitabile, per una band che, al contrario, evitabile non è di certo. Aspettiamo quindi ansiosi di avere qualche nuova idea a cui porgere le nostre orecchie.

Tribulation - MelancholiaEP

Voto recensore
5
Etichetta: Century Media Records

Anno: 2016

Tracklist: 01. Melancholia 02. Melancholia (Steingrim Remix) 03. Melancholia (Author & Punisher Remix) 04. Pay The Man (The Offspring Cover) 05. Holy Libations (Demo Version) 06. The Motherhood Of God (Demo Version) 07. Winds (Demo Version)
Sito Web: http://www.tribulation.se/

riccardo.manazza

view all posts

Incapace di vivere lontano dalla musica per più di qualche ora è il “vecchio” della compagnia. In redazione fin dal 2000 ha passato più o meno tutta la sua vita ad ascoltare metal, cominciando negli anni ottanta e scoprendo solo di recente di essere tanto fuori moda da essere definito old school. Il commento più comune alle sue idee musicali è “sei il solito metallaro del cxxxo”, ma d'altronde quando si nasce in piena notte durante una tempesta di fulmini, il destino appare segnato sin dai primi minuti di vita. Tra i quesiti esistenziali che lo affliggono i più comuni sono il chiedersi il perché le band che non sanno scrivere canzoni si ostinino ad autodefinirsi prog o avant-qualcosa, e il come sia possibile che non sia ancora stato creato un culto ufficiale dei Mercyful Fate.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login